Chiesa cristiana delle origini trovata sul luogo in cui Gesù ha dato le chiavi a Pietro

John Burger - pubblicato il 29/10/20

Gli archeologi trovano una struttura in cima a un antico tempio pagano a Banias, nel nord di Israele


Un momento fondamentale della vita di Cristo e della storia della Chiesa ha avuto luogo nella regione di Cesarea di Filippo, quando l’apostolo Pietro ha professato la sua fede nel fatto che Gesù fosse il Messia e il Figlio del Dio vivente. In risposta, Cristo gli ha detto: “Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa” (Mt 16:18).

La scoperta degli archeologi
L’episodio ha avuto luogo in una zona nota come Banias, chiamata così perché nell’antichità aveva ospitato un tempio dedicato al dio Pan.
Gli archeologi hanno ora scoperto quella che sembra una chiesa costruita sopra quel tempio e dedicata alla professione di San Pietro.

Il professore dell’Università di Haifa Adi Erlich, che ha guidato gli scavi, ha affermato che la chiesa risale al IV-V secolo. Chi l’ha costruita ha adattato il tempio pagano romano perché si adattasse alle necessità di quella che era la religione appena legalizzata nell’Impero romano.

“L’ubicazione degli scavi è unica perché combina una scogliera, una cava, sorgenti e una terrazza creata nei tempi antichi dal collasso di parte della scogliera su cui era costruito il tempio”, riferisce il Times of Israel. “Erlich ha affermato che nel III secolo a.C. vicino alla cava e alla sorgente è iniziata l’adorazione del dio Pan. Il tempio è stato costruito circa nel 20 a.C., ed è diventato un importante centro cristiano con il proprio vescovo dal 320 d.C.”.

Un altare rinvenuto sul sito del tempio pagano riporta un’iscrizione con una dedica a Pan. “La struttura architettonica del tempio romano originario è stata cristianizzata e trasformata in chiesa”, ha spiegato il Times.

“Sono state scoperte piccole croci che decoravano il pavimento a mosaico della chiesa. Il simbolo della croce si è diffuso nell’iconografia cristiana dopo il regno di Costantino, alla metà del IV secolo. Una nicchia che guarda a est nel tempio pagano che forse conteneva una statua di Pan è stata reinventata come abside della chiesa”.

È stata anche scoperta una pietra punteggiata da croci incise, ha affermato Erlich, per il quale si tratta di graffiti di pellegrini del VI-VII secolo.
Il dottor Iosi Bordowicz, responsabile della Nature and Parks Authority di Israele e archeologo, ha dichiarato che i ritrovamenti verranno conservati e resi accessibili ai pellegrini futuri.

Chiesa cristiana delle origini trovata sul luogo in cui Gesù ha dato le chiavi a Pietro