Clicks735

Recentemente mi hanno chiesto se Io, Don Jo Dwight, sono disponibile di celebrare la Santa Messa ad Antria con le nuove regole del governo a causa di COVID-19. Ecco la mia risposta: “Seguo DIO Non lo Stato Secolare”

Cari amici,

Spero che state tutti bene. Sono ancora vivo. Spero che anche voi siete tutti vivi, perché dobbiamo confrontare insieme la “grande tribolazione” (Mt 24,21), in cui “la Chiesa non entrerà nella gloria del Regno che attraverso quest’ultima pasqua, nella quale seguirà il suo Signore nella sua morte e risurrezione” (CCC 677). Ma “ALLA FINE IO MIO CUORE IMMACOLATO TRIONFERÀ!” - La Madonna di Fatima, Portogallo, 1917. Sarà adempiuto il Protovangelo (Gen 3,15) - San Luigi de Montfort!

Noi siamo la “generazione” (Mt 24,34) di cui Gesù ha parlato: “Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall'inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà” (Mt 24,21)!

Allegria! Il grande dono del martirio!

Non è per caso che ognuno di noi siamo vivi in questo periodo della “grande tribolazione”!

San Luigi de Montfort, nel suo libro, “Il Trattato della Vera Devozione a Maria” (no. 47), ha scritto:

Ho detto che ciò dovrà accadere soprattutto alla fine del mondo, e ben presto, perché l'altissimo e la sua santa madre intendono plasmare dei santi così eccelsi, da superare in santità la maggior parte degli altri santi, quanto i cedri (cedars) del libano sorpassano gli arbusti. Così fu rivelato ad un'anima santa, la cui vita è stata scritta dal de Renty.”

Penso che questo sarà perché le grazie non vanno mai sprecati, e tanti persone in questo periodo non sono disponibili di seguire Gesù con la croce fino al Calvario, e così queste grazie vanno a chi è più disponibile di amare, e perciò, soffrire con Gesù!

Nel Diario di Santa Faustina, no. 342, si legge: “La sofferenza è il tesoro più grande che ci sia sulla terra. Essa purifica l'anima. Nella sofferenza conosciamo chi ci è veramente amico. Il vero amore si misura col termometro della sofferenza. Gesù, Ti ringrazio per le piccole croci quotidiane, per le contrarietà che incontro nelle mie iniziative, per il peso della vita comunitaria, per l'interpretazione distorta delle mie intenzioni, per le umiliazioni che provengono dagli altri, per il comportamento aspro verso di noi, per i sospetti ingiusti, per la salute cagionevole e per le forze che vengono meno, per il ripudio della mia volontà, per l'annientamento del proprio io, per il mancato riconoscimento in tutto, per gli impedimenti posti a tutti i miei progetti. Ti ringrazio, Gesù, per le sofferenze interiori, per l'aridità dello spirito, per le paure, i timori e i dubbi, per il buio fitto e le tenebre interiori, per le tentazioni e le diverse prove, per le angosce che è difficile descrivere, e soprattutto per quelle in cui nessuno ci capisce, per l'ora della morte, per la dura lotta che la precede e per tutta la sua amarezza. Ti ringrazio, Gesù, che hai bevuto il calice dell'amarezza, prima di porgerlo a me raddolcito. Ecco, ho accostato le mie labbra al calice della Tua santa volontà. Avvenga di me secondo il Tuo volere; avvenga di me ciò che ha stabilito la Tua sapienza fin dall'eternità. Desidero bere fino all'ultima stilla il calice della predestinazione, non voglio indagare su questa predestinazione, nell'amarezza c'è la mia gioia, nella disperazione la mia fiducia. In Te, o Signore, quello che ci dà il Tuo Cuore paterno è tutto buono; non preferisco le gioie alle amarezze, né le amarezze alle gioie, ma Ti ringrazio di tutto, o Gesù. La mia delizia consiste nello stare a contemplarTi, o Dio incomprensibile. È in un'esistenza misteriosa che si aggira il mio spirito, poiché è là che sento di essere a casa mia. Conosco bene la dimora del mio Sposo. Sento che in me non c'è nemmeno una goccia di sangue che non arda d'amore per Te. Bellezza eterna, chi Ti conosce una sola volta, non può più amare nessun'altra cosa. Sento la voragine insondabile della mia anima, e che niente può colmarla, all'infuori di Dio. Sento che sprofondo in Lui, come un granellino di sabbia in un oceano senza fondo.”

Ma non dobbiamo presumere che sarà tutto facile e che paradiso è automatico per ognuno di noi. È la chiesa moderna che dice che paradiso è automatico o l’inferno non esiste!

La Madonna ha comunicato a Don Stefano Gobbi il 22 novembre 1992 (“Ai Sacerdoti Figli Prediletti della Madonna”; http://madonna-sacerdoti.blogspot.it/):

“Miei prediletti e figli consacrati al mio Cuore Immacolato, ascoltate le parole della vostra Mamma Celeste, che dolcemente vi prepara e vi conduce a vivere questi avvenimenti, perché sono ormai giunti i tempi, che vi sono stati predetti dal profeta Zaccaria. ‘Oracolo del Signore. Percuoterò il pastore ed il gregge andrà tutto disperso; allora volgerò la mano sopra i deboli. Oracolo del Signore. In tutto il paese, due terzi saranno sterminati e periranno; un terzo sarà conservato. Farò passare questo terzo per il fuoco; lo purificherò come si purifica l’argento e lo proverò come si prova l’oro. Invocherà il mio Nome ed io lo ascolterò; dirò - questo è il mio popolo. - Esso dirà: - il Signore è il mio Dio’.” (cf. Zc 13,7-9).

“Percuoterò il pastore ed il gregge andrà tutto disperso; allora volgerò la mano sopra i deboli”. Credo che questo coincide bene con le profezie del PAPA FALSO, che corromperà “i deboli”, soprattutto quelli che sono stati abbandonati dai loro genitori e dai loro pastori che hanno la vocazione da Dio di proteggere le anime affidate a loro.

“Due terzi saranno sterminati e periranno …” Questo vuol dire che due terzi perderanno lo loro anime immortali in questo periodo, e il terzo delle anime che si salvano passeranno “per il fuoco; lo purificherò come si purifica l’argento e lo proverò come si prova l’oro”! Adesso ci sono pochissime persone che hanno il coraggio di fare il rischio di aprire le loro occhi ai segni dei tempi per non essere ipocriti (Lc 12,56; Mt 16,3; 24,32-33.51), di andare contro corrente della grande maggioranza, fortemente manipolata dai mass media molto controllati, che hanno preso la strada più facile di essere “politicamente corretti”, e in particolare oggi, nella Chiesa Cattolica (“Politicamente Corretto nella Chiesa – EWTN”; cibo-spir.blogspot.com/…/politicamente-c…)! In questo periodo della crocifissione della Chiesa, della purificazione della Chiesa e del mondo, siamo chiamati di non sfuggire dalla sofferenza che Gesù ci offre e condivide con noi, ma di offrire la nostra vita per il Corpo di Cristo, la Chiesa, come ha fatto Maria, la “Regina dei martiri”, ai piedi della croce con Gesù totalmente coperto di sangue, delle ferite e delle umiliazioni e abbandonato da quasi tutti. Perciò la maggioranza dei pochissimi che rimangono fedeli alla verità scomoda in questo periodo più tardi offriranno con il loro sangue la grazia per la conversione di tanti altri per arrivare al terzo delle persone profetizzato che si salveranno le loro anime immortale per tutta l’eternità. “Il sangue dei martiri è il seme dei cristiani” – Tertuliano.

Recentemente mi hanno chiesto se Io, Don Jo Dwight, sono disponibile di celebrare la Santa Messa ad Antria con le nuove regole del governo a causa di COVID-19.

Ecco la mia risposta:

Seguo DIO Non lo Stato Secolare”

https://cibo-spir.blogspot.com/2020/07/seguo-dio-non-lo-stato-secolare.html

https://josephdwight.wordpress.com/2020/07/19/seguo-dio-non-lo-stato-secolare/


Dio vi benedica!

Don Jo

P.s.

Non preoccupare dell’iniezione di Bill Gates per il COVID-19! Fate come questa “Pistol packin' Mama”!!!

www.youtube.com/watch
Teresa Zattarin
Bravo don Jo, così si fa...essere fedeli a ciò che Gesù ha insegnato nel Vangelo.
O come Pietro e gli apostoli che erano stato proibiti di nominare il nome di
Gesù, che aveva risposto:Giudicate voi, se sia meglio ascoltare la voce di Dio
o quella degli uomini." A me sembra però, che alle parole di Gesù che aveva
detto: Date a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio, quello che è di Dio...
A me …More
Bravo don Jo, così si fa...essere fedeli a ciò che Gesù ha insegnato nel Vangelo.
O come Pietro e gli apostoli che erano stato proibiti di nominare il nome di
Gesù, che aveva risposto:Giudicate voi, se sia meglio ascoltare la voce di Dio
o quella degli uomini." A me sembra però, che alle parole di Gesù che aveva
detto: Date a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio, quello che è di Dio...
A me sembra che Cesare non si stia prendendo solo ciò che gli spetta, ma sta
togliendo anche ciò che spetta a Dio...e non c'è chi difende questi diritti.
ferralex
Continuerò a pregare e a offrire le azioni e le sofferenze per la conversione e la salvezza di tutte le Anime. Come Gesù ama tutti e vuole salvare tutti, poiché ogni anima salvata rende gloria al Padre,sul suo esempio pregherò perché tutti possano essere salvati.
Massimo M.I.
Contiene un bellissimo paragrafo di suor Faustina sui frutti della sofferenza 🙏