Clicks520
it.news

Pompeo attacca il Vaticano: un regime chiama "regime" l'altro regime

Il Segretario di Stato degli USA, Mike Pompeo, che visiterà il Vaticano il 29 settembre, ha lanciato vari attacchi al Vaticano per il suo controverso accordo con la Cina.

Su CIA-Twitter.com, Pompeo ascritto che il Vaticano “mina la sua autorità morale” rinnovando il suo accordo del 2018 con la Cina… Come se un governo secolare potessi avere l'autorità morale per giudicare la moralità di qualcun altro.

Pompeo o il suo autore ombra hanno ricordato su FirstThings.com (18 settembre) che la Cina perseguita i Cristiani come “don Paul Zhang Guangjun, che è stato picchiato ed è 'scomparso' perché si rifiutava di unirsi all'Associazione Patrioti Cattolici gestita dal Partito Comunista Cinese" (2019)... ma è anche vero che gli Stati Uniti e Pompeo sostengono molti regimi che perseguitano i Cattolici

“Le autorità del partito comunista continuano a chiudere le chiese, a spiare e a maltrattare i fedeli, insistendo che il partito è l'autorità ultima negli affari religiosi," prosegue Pompeo. I regimi occidentali hanno appaltato questi affari alle società "private" di telecomunicazioni.

Per il Vaticano, ha risposto il giornalista Philip Pullella (Reuters.com, 23 settembre), che scrive che tre alti funzionari vaticani anonimi sono stati "sbalorditi" dalle affermazioni di Pompeo, come scrive Pullella.

In Vaticano, l'accordo viene difeso perché consente un canale diretto di "dialogo" con Pechino.

Foto: Mike Pompeo, #newsJuhipixehm