it.news
1.5K

Giovane prete: caccia alle streghe dell'abuso, si esagera

La corte di cassazione di Roma ha annullato la condanna di don Mauro Galli, 36 anni.

Galli, prete della diocesi di Milano, ha passato l'inferno per oltre dieci anni, dopo che un quindicenne ha dormito nello stesso letto matrimoniale con lui, nel dicembre 2011.

Il caso è divenuto rapidamente famoso e Galli ha confessato subito. Non si è mai parlato di abusi. Galli ha dovuto andarsene dalla parrocchia ed è stato messo sotto osservazione psicologica.

Solo nel luglio 2014, la famiglia dell'accusatore ha avanzato la nuova accusa di abusi sull'adolescente. Una querela è stata sporta in questura. Nella follia isterica sugli abusi, alimentata dai media oligarchici senza scrupoli, Galli è andato a processo ed è stato condannato a cinque anni e sei mesi di reclusione.

Ora la corte di cassazione critica la querela, inspiegabilmente in ritardo, indicando il narcisismo dimostrato dall'adolescente e il suo desiderio di mettersi al centro dell'attenzione, gli attacchi simulati di asma, di choc anafilattici e di ossessioni demoniache, che hanno portato i genitori a rivolgersi alla psicoterapia.

Tra tutto il resto, il ragazzo era migliorato prima e dopo "l'abuso". Ci sarà un nuovo processo.

#newsBevmbuxfde