Clicks3.7K

Sergio Russo: Benedetto XVI, Mosè, Aronne, il vitello d'oro e l'apostasia

Un interessante articolo che mi arriva da Sergio Russo scrittore molto apprezzato che si occupa di tematiche legate a profezie ed apparizioni leggete meditate e ritenete ciò che vi sembra utile e valido.

* * *


MENTRE BENEDETTO - COME MOSÈ - È SALITO DA SOLO SUL MONTE, A PREGARE, LAGGIÙ NELLA “PIANURA”, IL SOMMO SACERDOTE ARONNE STA CONDUCENDO IL POPOLO ELETTO ALL’APOSTASIA, PER MEZZO DEL VITELLO D’ORO…

Già all’indomani dell’elezione di Bergoglio, il 14 marzo 2013, con un lancio d’agenzia dell’Ansa, Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia (leggi: Massoneria internazionale), fa sapere al mondo che “con Francesco nulla sarà più come prima!

Circa sette anni dopo, all’inizio del 2020, è sempre la stessa agenzia Ansa a rendere noto che, a causa di quella fantomatica “pandemia” (che allora era appena cominciata, ma che oggi noi tutti ben conosciamo): “per ciascuno di noi nulla sarà più come prima!

Neanche a farlo apposta, le stesse precise identiche parole, per ribadire appunto il medesimo concetto: che niente potrà più essere come prima

Pochi valorosi ed intrepidi giornalisti, oltre a studiosi, ma anche sacerdoti e vescovi – in verità… un ben ristretto manipolo! – ci hanno messi sull’avviso del fatto che le élite del nuovo ordine mondiale, in questi nostri tempi, stanno sferrando il loro “colpo segreto”, ai danni del consorzio umano e contro la compagine ecclesiale…

Ma coloro che già da prima, esercitati a documentarsi coscienziosamente, soprattutto molto attenti, sia agli odierni accadimenti storici che alle grandi profezie escatologiche, entrambi attinenti a questi tempi che stiamo vivendo, soltanto adesso hanno potuto mettere assieme ogni singolo “tassello” che ancora mancava, pervenendo in tal modo ad un grandioso sguardo d’insieme, tanto circostanziato quanto incredibilmente reale, sulla situazione storica contemporanea, riuscendo così a comprendere: chi siano i contendenti in campo, quale la posta in gioco e gli obbiettivi perseguiti da ambedue gli opposti schieramenti.

Vogliamo comunque, già da subito, edurvi su quale sia questo particolare “disegno”, nelle sue linee essenziali e tuttavia ben definite, che ne sta uscendo fuori: il nuovo ordine massonico-mondialista (satanista e pedofilo) si sta scontrando con un altro “nuovo ordine”, messianico-spirituale, questo però mariano e libero, della libertà dei figli di Dio!

Bene, ricordiamo allora, una volta di più, chi siano oggi tali contendenti in campo, operanti sulla scena del mondo: da una parte abbiamo dunque la massoneria internazionale, che ha per proprio grande ispiratore Lucifero, i cui agenti occulti sono i membri del sionismo internazionale, i quali a loro volta si servono dei potentati politici, finanziari e mediatici, questi viceversa, attori pubblici e conosciuti. Tutti costoro perseguono principî cabalistici ed esoterici, che si rifanno, in ultima analisi, a quella cosiddetta “gnosi spuria”, sincretista e pervertita.

Nell’altro campo abbiamo invece il cosiddetto Piccolo Resto, che ha per propria sublime condottiera la Beata Vergine Maria (nei cieli splendente come “Donna vestita di Sole”), le cui guide – nascoste agli occhi del mondo – sono i grandi mistici, le anime vittime, oltre a pastori e ministri secondo il Cuore di Dio, anche questi ultimi tuttavia operanti nel nascondimento poiché, o allontanati dai loro superiori, oppure “emarginatisi” da sé stessi. E tali spiriti eccezionali fungono come da catalizzatore e quale potente esortazione ad agire, soprattutto per laici, donne e uomini, testimoni militanti (definiti da san Luigi Maria di Monfort, e confermati poi dalla Madonna stessa): “apostoli degli ultimi tempi”. Tutti costoro seguendo quindi la imperitura e indefettibile, oltreché bimillenaria, Dottrina Cristiana, mistero di luce e di grazia, che trae la sua origine “nell’ampiezza, lunghezza, altezza e profondità dell’amore di Cristo, che sorpassa ogni conoscenza…”

La posta in gioco pertanto, non può che essere altissima: per gli uni – le élite mondialiste – è il dominio sul mondo, che vede pochi e “scelti” individui dirigere la “massa” delle altre persone (peraltro abbondantemente ridimensionata e resa amorfa nei propri desideri e autonomia), massa funzionale e soggetta alle voglie e agli arbitri di chi li sovrasta.

Per gli altri invece – il Piccolo Resto – sarà il riappropriarsi di un mondo finalmente purificato e rinnovato, in cui l’amore per Dio ed il reciproco amore fraterno, avranno la loro perfetta e concreta attuazione, così da adempiere la sublime preghiera insegnata dal Signore stesso: sia fatta la tua Divina Volontà, e venga il Regno di Dio, sulla terra, qui ed ora, per proseguire poi compiutamente, nei cieli e per l’eternità, nel seno d’Iddio.

I rispettivi obbiettivi consistono: per le élite mondialiste nella depopolazione “scientificamente” attuata, che vede oggi la sua progressiva messa in opera attraverso il cosiddetto Covid-19 – uno dei tanti coronavirus influenzali che periodicamente e stagionalmente affliggono le persone che abitano al di fuori delle aree geografiche equatoriali e tropicali, vale a dire per la maggioranza della popolazione mondiale – un virus che comunque è solo un pretesto, al fine di rendere capillare e, se possibile, obbligatoria, la somministrazione del cosiddetto “vaccino”: questo sì, la vera “arma” in mano ai mondialisti, di cui sappiamo solamente che è un siero genico a m-Rna, ma che tuttavia sino ad ora, mai ne è stata concessa né autorizzata l’analisi della sua effettiva composizione chimico-biologica, a qualsivoglia laboratorio indipendente.

L’obbiettivo del nuovo ordine messianico è, viceversa… rendere felice l’uomo!

L’umanità oggi si ritrova un po’ come – considerata nel suo insieme collettivo – nella medesima situazione del “figliol prodigo” che, abbandonata la casa paterna, si avvede di esser giunto oramai allo stadio finale della sua stoltezza: si sta nutrendo delle carrube riservate ai porci, e vede sé stesso e la sua vita non poi così dissimile da quella dei maiali i quali, sguazzano nel fango e sono preda dell’ingordigia, solo che essi si trovano nel loro elemento naturale, mentre per l’uomo… non è così!

Povero principe decaduto, che ti sei ridotto ad elemosinare piaceri e sopravvivenza, che il nemico ti fa però pagare a carissimo prezzo, ma che tu “ricordi” essere tuoi – personali diritti, assieme a moltissime altre cose – essendoti dimenticato che sono invece dei tesori gratuiti, ricevuti in dono da sempre dal Re, Tuo Padre!

Mentre la Signora del Cielo appare – ormai praticamente tutti i giorni – in ogni parte del mondo per spronare i suoi cari e diletti figli ad uscire dal “pantano” in cui si sono cacciati, tendendo loro la mano, amorevole e materna, il cui solo tocco lenisce l’anima, e pure il corpo, il 7 ottobre 2019 il falso profeta ha intronizzato la Madre Terra (il feticcio della cosiddetta Pachamama) nel cuore della Cristianità, in Vaticano… essendo esso in realtà un idolo demoniaco e spietato, che reclama a sé stesso il sacrificio dei bambini e l’ossequio degli adulti, promettendo in cambio una terra in cui, al posto dei gridolini e degli schiamazzi dei fanciulli, si odano invece le urla e i sibili degli animali, scorazzanti indisturbati per la foresta amazzonica, come per altre radure, rese ormai libere dalla perniciosa presenza dell’uomo!

In questa prima parte, in cui vi abbiamo proposto una lucida ed acuta analisi della situazione odierna, ahimè estremamente tragica e drammatica, nella quale si trovano l’intera umanità e la Chiesa stessa, ci vengono ora alla mente delle parole tanto vere quanto consolanti, rivelate dal Signore Gesù alla beata Anna Caterina Emmerich: «… però Dio aveva altri progetti!»
Ma è proprio nel libro dell’Esodo, al capitolo 32, che è narrato l’episodio del vitello d’oro: ché forse il Signore voglia nuovamente punire, come fece tremila anni or sono, nei riguardi d’Israele, l’idolatria del suo popolo, facendogli “trangugiare” dell’acqua in cui sono polverizzati frammenti del “vitello-idolo in metallo fuso”?

Appunto come – che similitudine incredibile si presenta ora dinnanzi ai nostri occhi! – in maniera pressoché identica (per quanto se ne sappia) sono allo stesso modo presenti nella composizione del vaccino: infatti esso è una soluzione acquosa in cui sono contenute nanoparticelle di metalli a metodica m-Rna (vedi per esempio, fra tanti, l’articolo di “Repubblica” del 29 marzo 2021: Vaccino Covid: in campo le nanotecnologie. Un team di ricercatori sta utilizzando nanoparticelle d’oro e Rna del coronavirus per creare un’immunità totale.)!!!

Sergio Russo e Rosanna Boccacci

_____________

PS | Invito tutti ad iscriversi al canale telegram di Tempi di Maria nato per poter continuare a condurre con maggior libertà la buona battaglia della diffusione della verità, anche riguardo a quei temi oggi più osteggiati e censurati: t.me/tempidimaria
warrengrubert
Bella la similitudine tra Mosè-Aronne /BXVI-F.
Me ne viene in mente un'altra visto che siamo il corpo mistico di Cristo che deve passare attraverso una prova finale / crocifissione (vedi ccc675), noi corpo mistico crocifisso con Cristo abbiamo due ladroni uno a destra e uno a sinistra, uno che prega Dio (BXVI) e uno che lo bestemmia (F).
Sirio
Nonostante tutto, non penso che papà Benedetto sia assimilabile ad un ladrone, per quanto buono e certamente santo , visto che è entrato subito in Paradiso
Feli Repossi
Eccome se è stato analizzato.... Posto sotto il link del video