Clicks480
it.news
2

"Beato il seno che ti ha portato" - di Marziale Stilita

In questi tempi di Sante Messe abolite, ascoltare e mettere in pratica la Parola di Gesù Cristo è più importante che ricevere solamente l'Eucaristia.

Quando i Vescovi ci aboliscono le sante Messe per paura dei virus, il santo Curato ci ricorda che al nostro Benedetto Salvatore piace colui che mette in pratica nella vita quotidiana la Sua Dottrina, la Sua Parola, il Suo Vangelo.

Possiamo vivere questa nostra vita terrena senza Eucaristia, male, ma non possiamo certamente vivere eternamente senza rispettare e metter in pratica la Sua Parola.

Se commettiamo un peccato mortale non è perché non abbiamo l'Eucaristia, che anzi può divenire un aggravante, ma perché non abbiamo rispettato la Parola, il Comandamento.

Dunque è più importante ubbidire e rispettare quello che insegna la Parola che ricevere l'Eucaristia.

Ascoltiamo il santo Curato d'Ars:

"Leggiamo nel Vangelo, fratelli miei, che il Salvatore del mondo istruendo il popolo, gli rivolgeva parole così meravigliose e tanto sorprendenti, che una donna, in mezzo alla folla, alzò la voce e gridò: “Beato il seno che ti ha portato e le mammelle che ti hanno nutrito”; ma Gesù Cristo subito rispose: “Molto più felice è colui che ascolta la Parola di Dio e osserva ciò che essa gli comanda”. Questo forse vi stupisce, fratelli miei, cioè il fatto che Gesù Cristo ci dica che colui che ascolta la Parola di Dio con un vero desiderio di trarne profitto, è più gradito a Dio di colui che Lo riceve nella santa Comunione. Sì, senza alcun dubbio."
Francesco I
Conosco un sacerdote che non si è piegato, ma ovviamente non potuto pubblicare la cosa su gloria.tv.
Il locale comandante dei carabinieri lo ha lasciato fare dicendogli, però, che se vi fosse stata una denuncia da parte della diocesi, sarebbe stato costretto ad intervenire.
Giangian
I vescovi non ci hanno tolto la santa messa, bisogna cercare sacerdoti che non si piegano al Diktat protocollo cei, in nessun modo vincolante nè per i fedeli, nè per i sacerdoti. Gesù ha anche detto: «In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e …More
I vescovi non ci hanno tolto la santa messa, bisogna cercare sacerdoti che non si piegano al Diktat protocollo cei, in nessun modo vincolante nè per i fedeli, nè per i sacerdoti. Gesù ha anche detto: «In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui." ( GV 6, 52-56). Oggi come oggi, nel periodo così turbolento che viviamo abbiamo più bisogno che mai di unirci sacramentalmente al nostro Unico Salvatore e Redentore. Certo, non dal primo che capita. Se necessario bisogna cambiare le nostre abitudini ecclesiastiche, cambiare parrocchia. Ma CHI CERCA, TROVA......ogni passo degli uomini che si reca alla santa messa sarà ricordato dagli angeli nel giorno del giudizio.