Clicks938
demaita
2

Bergoglio: Nemico della proprietà privata

Bergoglio è contro la proprietà privata.
Di Bergoglio conosciamo le opere, la sua storia, le sue intenzioni, e le sue azioni… Tra tutte le sue barbarità oggi vogliamo concentrarci su un fatto, enigmatico, oscuro, come tutto quello che circonda Bergoglio, ed è la sua ultima dichiarazione contro la proprietà privata, e la libertà di impresa.
Bergoglio ha fatto un discorso (Videomessaggio alla Conferenza internazionale sul lavoro dell’ONU, il 17/6/21), assolutamente sindacal-marxista in cui afferma che la proprietà privata è un diritto secondario, e che sta sottoposto, ed inoltre fa una chiamata sindacale, una arringa ai sindacalisti affinché lottino contro questo diritto alla proprietà privata, riconosciuto dalla Dottrina sociale della Chiesa, riconosciuto dai Trattati internazionali e dalla maggioranza delle Costituzioni dei paesi avanzati.
In questa Dichiarazioni ne vedete il suo scopo che è la mentalità marxista di Jorge Mario Bergoglio.
Non è la prima, né la seconda che lo fa, due mesi fa vi abbiamo informato di quella arringa che ha fatto dinanzi ad un gruppo di giudici africani, parlando contro il diritto alla proprietà privata delle persone. E alla fine basicamente Jorge Mario Bergoglio invitava i magistrati a calpestare il diritto alla proprietà privata dei già vulnerabili membri del terzo mondo.
In questa recente occasione va ancora un poco più avanti perché realizza questa dichiarazione marxista, invitato dalla satanica ONU, nel foro internazionale del lavoro.
E’ assolutamente vergognoso che Bergoglio con questa arringa voglia privare la popolazione del suo più intimo diritto, quando attualmente la gerarchia cattolica ha la gestione di un patrimonio di 2.300 miliardi di euro.
Come può non avere un po’ di vergogna, e dar lezione a coloro che hanno un piccolo patrimonio che hanno creato con lo sforzo del loro lavoro, affinché rinuncino alla loro proprietà privata a favore di un ideale marxista, mascherato ed introdotto nella Agenda 2030 satanica dell' ONU ?
Ricordo che questo patrimonio vaticano che è investito in azioni, e in altri tipi di patrimonio, equivale a sei volte il Prodotto interno lordo della sua Argentina natale, ossia quella che Bergoglio vuole convertire sempre più in un paese comunista. Ma senza volere viverci lì.
Evidentemente e oltre a tutto ciò che voi conoscete, e che abbiamo raccontato costantemente sulle eresie di Bergoglio, la illegittimità della sua occupazione papale, e le barbarità che giornalmente dice, è chiaro che non possiamo riconoscere questa dottrina comunista come una dottrina cattolica che ci vincoli. Anche se lo dice il Papa, che in questo caso non è neppure il papa.
Intanto Bergoglio si dirige ai suoi amici dell’ONU, ai capi del mondo, per fare sentire che il piccolo commerciante, o chi ha un negozio, una impresa per poter ottenere che le dia reddito e lavoro, deve sentirsi praticamente come un delinquente, quando quello che sta facendo è un’attività sociale già danneggiata dai suoi amici con tutta la situazione mondiale (Covid 19) che hanno provocato.
Bisogna avere una faccia molto dura per vendere questo discorso di insaziabile impossessamento/arricchimento della classe dominante globalista, della quale lui fa parte, perché furono loro che resero possibile l’occupazione del papato, per togliere di mezzo Benedetto XVI e concludere la integrazione della Chiesa cattolica alle strutture mondane, iniziata col Vaticano II, fino a farla arrivare a buon porto.
Tutto questo senza menzionare tutti gli scandali che ci sono stati attorno ai conti bancari, incluso quello personale di Bergoglio, con milioni di euro persi. Senza parlare di tutto ciò che circonda dal 2013 il Banco Vaticano, la finanza vaticana, ecc. ecc.
Intanto questo signore che controlla tutta questa situazione corrotta , e che sta d’accordo coi capi mondani di portare avanti queste politiche, avalla i conti bancari dei denari allo IOR di molti dittatori e satrapi del mondo.
Quello che si permette di tentare è che in milioni di anime cattoliche, si produca un senso di colpa e di peccato per generare in piccolo patrimonio per avere un reddito ed un poco di prosperità per sé e per le proprie famiglie.
Questo è contrario alla dottrina cattolica secondo Mario Bergoglio, e tutto il maneggio che lui e tutti i suoi capi mondiali portano avanti non gli crea nessun problema morale. Fa evidentemente parte della demagogia marxista, messa alla cupola della Chiesa cattolica per finire col fare della Chiesa cattolica una istituzione fusa col Nuovo Ordine mondiale, come Jorge Mario Bergoglio ha già ottenuto di fare con la sua gerarchia.
In definitiva questo supposto papa che condanna la proprietà privata e che finisce per affondare la gente che vuole lavorare e ottenere per sé e per le proprie famiglie con l’unico modo per averne un reddito, e lui preferisce andare dai propri amichetti, dai più ricchi personaggi del mondo e partecipare ai loro piani. Stiamo parlando da George Soros a Facebook, ai Bill Gates, etc. etc.
Bergoglio ha la caratura di parlare della elite e la integra e la lidera fino ai dettagli più piccoli, ed è quello che stiamo vedendo negli ultimi anni senza nessun genere di dubbi, e come sempre facendo un discorso apparentemente a favore dei deboli e dei non possedenti, però sempre contro i deboli e contro i non possedenti.
Jorge Mario Bergoglio fa questi discorsi umilianti, marxisti, però ricordiamo che i Rockfeller, i Rotschild ed il Banco d’America si sono uniti con il Vaticano per un ‘Capitalismo inclusivo’. E’ realmente patetico, vergognoso, ma disgraziatamente oggettivo. Francesco si riunisce coi suoi commilitoni multimilionari, coi capi del mondo, e generano questa politica ecologista, dell’agenda 2030, che sostiene che la gente deve aver sempre meno, cioè che fra alcuni anni la gente non avrà più nulla, e sarà felice e contenta: “Non avrai più nulla e sarai contento”.
La gente non avrà più nulla, tutto sarà posseduto dagli amici di Bergoglio a cui lui da il supporto morale, essendo uno di loro, ed essi restino sempre nella linea del Nuovo Ordine mondiale e del Gran Reinizio.
Tutto questo per un ‘bene maggiore’. Qual è chiederete voi: è il bene delle anime? No, è per il Bene ecologico mondiale, questa sarà la nostra nuova religione, affinché essi continuino ad arricchirsi con l’appoggio morale e religioso del lider della più importante religione del mondo, come è Bergoglio, e così la gente continui ad essere sfruttata, espropriata, impoverita, privata delle sue libertà e tacitata. Perché ormai ci sono 1.300.000.000 persone del pianeta che dicono: è il papa e bisogna obbedire. E’ tremendo, è tremendo!.
Così in definitiva Bergoglio si lamenta della povertà, ma si dedica a moltiplicarla. Ama tantissimo i poveri che li moltiplica in modo incessante.
Nel frattempo con la strategia canonica avanziamo nella strategia politica, tutti i fatti accaduti in questi ultimi anni stanno chiaramente mostrando, come sta operando le modifiche nel pensiero dei cattolici a livello ecologico, a livello economico, ecc. ecc. Ora il Vaticano propone per bocca di Bergoglio di creare un governo mondiale per affrontare la crisi economica, e così vediamo che il cerchio comincia a chiudersi. Così che la crisi che hanno generato i suoi amici e lui, ora la deve gestire un governo mondiale che i suoi amici stanno creando.
Questo è Jorge Mario Bergoglio, questa è l’elite, questa è la presunta sinistra multi-milionaria che vuole impoverire ed estinguere la classe media mondiale, finire col benessere popolare e fare un mondo di dipendenti in un sistema in cui 4 iper-milionari, con l’assistenza spirituale di Jorge Mario Bergoglio, gestiscano e dirigano tutto il mondo.
Così arriviamo all’ultimo favore che fa Jorge Mario Bergoglio ai Rotschild, ai Rockefeller, ai Bill Gate, ai Clinton, ecc. ecc. chiedendo che si ufficializzi una struttura soprannazionale che deciderà ciò che deve accadere ai paesi, alle comunità, alle persone, in tanti e tanti angoli da un punto all’altro del pianeta.
Così abbiamo il lider spirituale Bergoglio che è stato ricompensato con l’introduzione del Vaticano per la prima volta come membro della ‘Organizzazione mondiale della Salute’, si quell’Organizzazione della salute che ci sta facendo tanto bene (col Covid 19), oltre che con moltissimi altri contratti con Università cattoliche per lo sviluppo delle tecnologie al servizio dell’umanità, e l’uso etico dell’intelligenza artificiale, in tutto questo che è tanto cattolico, per cui S.Tommaso d’Aquino e S.Agostino saranno incantati al veder operare questo personaggio sinistro.
Lo dico perché il Vaticano di Bergoglio sta iniziando un progetto di investigazione sulla intelligenza artificiale e robotica per non restare indietro rispetto ai suoi commilitoni ed amici, e stare in prima linea del progetto globalista e mondiale. Tra poco i Dieci Comandamenti saranno sostituiti da un Robot che dirigerà la tua vita in casa tua.
Spendono milioni nel Vaticano di Bergoglio per investigare l’intelligenza artificiale nello spionaggio e controllo delle persone, d’accordo con la elite mondialista, mentre milioni di bimbi muoiono oggi di fame per le chiusure e sanzioni patrocinate dai suoi amici.
Tutti questi ingenieri sociali, progressisti, che ci hanno rinchiusi e ci utilizzano come semplici pezzi della loro enorme macchina, hanno trovato in Bergoglio quello che ha creato con loro una specie di avanguardia intellettuale e spirituale progressista che dirige il mondo. Fino al punto che Juan Grabois sindacalista marxista anticattolico, è stato nominato come membro del Dicastero sociale e ambientale del Vaticano, amministrando ora migliaia di milioni di dollari a suo piacimento, per il ‘bene dei poveri.’
Mario Bergoglio ha nuovi Comandamenti. Ha nuovi profeti, nuovi catechismi, nuovi Vangeli, tutto nuovo. Jorge Mario Bergoglio è il supposto papa che il mondo ritiene come il più moderno e liberale, e che di fatto è assolutamente contrario ai più fondamentali diritti umani e della libertà. Chiedetelo ai milioni di cinesi traditi da lui, col consegnare la Chiesa cattolica a una falsa chiesa cattolica comunista cinese, in cambio di una generosa retribuzione economica.
E’ un nemico della libertà dei figli di Dio, è un nemico della dottrina cattolica, è nemico di tutti i valori cristiani che hanno sostanziato la storia dell’Occidente. Bergoglio rappresenta tutto il contrario delle idee che hanno storicamente generato prosperità, libertà e la società umana; per non parlare di stare in antitesi di tutto quello che significa essere cattolico.
Bergoglio occupa la sede di Pietro, da demagogo, populista, che gestisce patrimoni multimilionari e pretende condannare tutta l’umanità alla povertà perpetua. Bergoglio manifesta il suo marxismo proibendo la proprietà privata, e intanto si circonda dei Maduro, dei Sanchez, dei Biden, dei nemici della libertà, della prosperità e dei valori cristiani. Questo è Bergoglio, questa è la disgrazia che è caduta sulla Chiesa cattolica.
Fino alla fine non ci fermeremo e non taceremo: Viva Cristo Re!


Estratto e tradotto da: Vicente Montesinos, Bergoglio enemigo de la humanidad. BERGOGLIO ENEMIGO DE LA HUMANIDAD Por Vicente Montesinos -.

(Nota del traduttore:
1) Moralmente è giustificata la piccola proprietà privata, estesa possibilmente a tutti (cf Giosuè capp.13-21). Ma non è giustificato L’ACCUMULO di proprietà ILLIMITATO, voluto dal capitalismo. E' provato ripetutamente e con certezza che questa è la fonte di ogni corruzione e violenza, sia tra le persone, e sia tra gli stati.. )
2) Premesso che dall'XI secolo Papa Niccolò II riservò ai cardinali l'elezione del Sommo Pontefice, (e da allora è rimasta questa legge canonica-prassi), ne risulta che, come solo i cardinali possono eleggere il Papa, solo i cardinali possono dichiarare il supposto Papa, o non eletto canonicamente, o eretico, e quindi deposto.
Inoltre nei casi dubbi e dibattuti la soluzione proposta dal sedevacantismo e sedeprivazionismo risulta di fatto essere la più dannosa. Infatti se un Papa, senza la votazione maggioritaria dei cardinali, fosse dichiarato anti-papa o usurpatore (da chi?, e con che potere lo fa?), ne risulterebbe che tutte le sue nomine sarebbero invalide. Cioè tutti i nuovi cardinali sarebbero invalidi, rendendo impossibile un conclave. Tutti i nuovi vescovi sarebbero invalidi, e di conseguenza tutti i sacerdoti da loro ordinati sarebbero invalidi, e di conseguenza tutte le Eucaristie e tutte le assoluzioni, ecc. da loro celebrate sarebbero invalide, e ne risulterebbe una confusione ed un caos incontrollabile ed insanabile.
Nei casi dubbi e dibattuti ne risulta che in attesa che: -o i cardinali intervengano e decidano, -o la divina provvidenza intervenga direttamente per indicare la soluzione voluta da Dio, il male minore sembra essere la distinzione tra Giurisdizione e Magistero. Cioè si riconosce la validità di Giurisdizione (Supplet Ecclesia) del supposto Papa per assicurarne la validità degli atti e nomine. E si contesta teologicamente e si rifiuta tutto il Magistero che non è conforme alla Fede e alla Dottrina bimillenaria della Chiesa Cattolica.
Ciò non toglie l'utilità pratica collaterale dei sedevacantisti e sedeprivazionisti per tenere sempre vivo e con libertà di parola, il controllo sulla validità canonica della elezione, e sulla fedeltà alla Fede e Dottrina della Chiesa cattolica, a cominciare dai Documenti del conciliabolo Vaticano II, e tutto il magistero a lui contemporaneo e successivo.
E in attesa di meglio, preghiamo tutti : Maran-atà Vieni presto Signore Gesù! (Apoc 22,20).
Che alcuni completano con: Vieni presto Signore Gesù, perché ormai non ne possiamo più!!!
LiberaNosDomine
Nemico della proprietà privata altrui ...
lamprotes
Nemico della proprietà privata? E allora perché si è fatto un CONTO PERSONALE con il 70/75 per cento dei proventi dello IOR? Sbaglio?