Clicks1.4K
Francesco I
4

Il Lìder Maximo dice tutto ed il contrario di tutto.

Da "Il Giorno"

Papa Francesco: "Il futuro è nella natalità, avanti con gli aiuti alle famiglie" -

Roma - “Senza natalità non c’è futuro”. Il Papa, agli Stati Generali della natalità, invita a non arrendersi allo stato delle cose ma ad andare avanti per invertire la rotta: “A volte vi sembrerà di gridare nel deserto, di lottare contro i mulini a vento. Ma andate avanti, non arrendetevi, perché è bello sognare il bene e costruire il futuro”. In tal senso un ruolo importante lo gioca anche l’informazione: si parli degli altri con rispetto e delicatezza, come se fossero propri parenti. E che al tempo stesso - dice il Pontefice - porti alla luce gli interessi e le trame che danneggiano il bene comune, le manovre che girano attorno al denaro, sacrificando le famiglie e le persone. La solidarietà convoca poi i mondi della cultura, dello sport e dello spettacolo a promuovere e valorizzare la natalità”. “La cultura del futuro non può basarsi sull’individuo e sul mero soddisfacimento dei suoi diritti e bisogni. Urge una cultura che coltivi la chimica dell’insieme, la bellezza del dono, il valore del sacrificio”, ammonisce.

Benissimo anche l’assegno unico, per il Papa. Ma sia solo l’inizio di un radicale cambiamento di impostazione. Papa Francesco è soddisfatto della prima misura concreta di sostegno del governo in tanti anni a favore di chi, in un’Italia in pieno e buio inverno demografico, si sobbarca il compito di essere (non di tenere insieme) la società e di garantire il futuro. Da oltre un anno, però, lo ripete: dalla crisi del coronavirus non si uscirà uguali a prima. O saremo migliori, o saremo peggiori.
Aprendo gli stati generali della natalità, Bergoglio elenca quello che c’è da fare per evitare la seconda eventualità. I dati sulla pandemia migliorano, è ora di pensare a cosa verrà dopo l’emergenza. In altre parole: si deve cogliere l’occasione per mettere mano a quelle riforme, queste sì veramente strutturali, che segnerebbero un’inversione totale di tendenza dopo decenni di quello che lo stesso Mario Draghi, parlando prima del Pontefice, ha cura di definire un ottimismo poco responsabile.
Anche perchè ricorda introducendo i lavori il forum delle Associazioni Familiari, Gigi De Palo, “È stato un terremoto” e “la natalità e la politica hanno una cosa in comune: i tempi lunghi”. Da cogliere anche un altro inciso nel discorso di De Palo: “dietro questi stati generali non c’è niente dietro; semplicemente ci eravamo stufati di commentare due ore i dati dell’Istat e poi tutto finiva lì". Come un voler prendere le distanze da altre iniziative che, sullo stesso argomento, hanno avuto luogo in tempi vicini e lontani.
È l momento, scandisce il Pontefice, di “rimettere in moto l’Italia” a partire dalla promozione della vita e della famiglia. Vedere donne costrette a nascondere la gravidanza sul posto di lavoro è “vergognoso”, ed altrettanto si deve pensare di fronte alle “sabbie mobili” che inghiottiscono la famiglia in un gorgo melmoso di disoccupazione e spese insostenibili. I giovani vorrebbero avere figli, ma sanno che non potranno. Anche la fuga dei cervelli nasce da qui.
_________________________________

.__________________________________

Qualche segnale positivo c’è e va colto. “Finalmente in Italia si è deciso di trasformare in legge un assegno, definito unico e universale, per ogni figlio che nasce”, sottolinea Bergoglio ed esprime apprezzamento. Poi però aggiunge: “auspico che questo assegno venga incontro ai bisogni concreti delle famiglie, che tanti sacrifici hanno fatto e stanno facendo, e segni l’avvio di riforme sociali che mettano al centro i figli e le famiglie. Se le famiglie non sono al centro del presente, non ci sarà futuro; ma se le famiglie ripartono, tutto riparte”.

In altre parole, nessuno deve sentirsi con la coscienza a posto. C’è ancora molto, moltissimo da fare. Se infatti il tema centrale del discorso del Pontefice è la solidarietà, è lo stesso Francesco che declina il concetto in modo molteplice. Deve essere sociale, quindi, generazionale, soprattutto strutturale. Cioè deve entrare a fondo nel sistema e negli ordinamenti, e non esserne più espulsa. Di qui il ragionamento si estende alla scuola, persino all’informazione. Audience e urla non sono per la famiglia. La famiglia deve essere tutelata anche con una buona e costruttiva programmazione radiotelevisiva. L’idea della scuola che, pare di capire, insinua la concorrenza tra istituti e tra ragazzi deve essere superata nel nome della scuola che crea comunità. Da ultimo, una riflessione sulla responsabilità sociale dell’impresa.

Aiutare la natalità, infatti, “È un compito che riguarda da vicino anche il mondo dell’economia: come sarebbe bello veder crescere il numero di imprenditori e aziende che, oltre a produrre utili, promuovano vite, che siano attenti a non sfruttare mai le persone con condizioni e orari insostenibili, che giungano a distribuire parte dei ricavi ai lavoratori, nell’ottica di contribuire a uno sviluppo impagabile, quello delle famiglie”.
È successo, è successo: la pandemia ha visto anche esempi di autentica umanità applicata alla logica del mercato, fino a sopravanzarla.
Uomini e donne che hanno interpretato il loro ruolo di imprenditori non come semplice costruttori di profitto personale (cosa in sè non certo illegittima) ma come investiti del dovere di garantire il più possibile la dignità ed il futuro dei loro dipendenti, Quello che si è visto nel momento della prova della pandemia di covid può divenire la normalità quando ci saremo gettati alle spalle tutta questa bruttura. È lo spirito della prima parte della Fratelli tutti, quella che ha suscitato qualche mugugno nel suo sancire che la proprietà privata è un diritto, ma non primario. Prima c’è l’uomo. E qui il messaggio di Bergoglio, a trent’anni dalla “Centesimus Annus”, si fa ancora più ardito. Ma anche in linea con il magistero di Wojtyla.

ilgiorno.it

Nel 2015 Bergoglio ci aveva consigliato di "non fare figli come conigli"

_________________________________________

Capisco che si possa cambiare idea, MA SPIEGHI, PER CORTESIA, COMPAGNO BERGOGLIO, COME SI POSSA AUMENTARE LA NATALITÀ SE SI SEGUE IL SUO "MAGISTERO" ?


ELOGIO DELLA SODOMIA:

SED LIBERA NOS A MALO Jc jr
La chiesa bergogliana è una chiesa capovolta.. è tutto alla rovescia!!! Ecco perché riceve e premia abortista e omosessuali!!! La chiesa bergogliana è un fumetto, brutto fumetto, della Chiesa Cattolica!
C’era una volta la Chiesa cattolica che si occupava della salute delle anime. Oggi... la neo-chiesa bergogliana si occupa principalmente della salute del corpo...
Vedi la Quinta Conferenza Inter…More
La chiesa bergogliana è una chiesa capovolta.. è tutto alla rovescia!!! Ecco perché riceve e premia abortista e omosessuali!!! La chiesa bergogliana è un fumetto, brutto fumetto, della Chiesa Cattolica!
C’era una volta la Chiesa cattolica che si occupava della salute delle anime. Oggi... la neo-chiesa bergogliana si occupa principalmente della salute del corpo...
Vedi la Quinta Conferenza Internazionale Vaticana 2021 fatta dal 6-8 maggio. La prima cosa che lascia perplessi è la scelta della locandina: una parodia della Creazione di Adamo, il capolavoro dei capolavori sacri: accanto alle chiavi di San Pietro insieme al logo arcobaleno della Fondazione Cura campeggiano due mani con guanto di lattice che accostano le dita come nell’affresco della Sistina. (Peraltro un braccio è pure di colore, in ottemperanza ai comandamenti politicamente corretti).
Ecco: dimmi tu se non è tutto alla rovescia!!!
A questo punto, perché non mettere la mascherina al Cristo risorto di Piero della Francesca? O una siringa in mano alla Madonna della Seggiola di Raffaello?

Ma le sorprese non sono finite: se cliccando sui contenuti si prova a cercare la parola “Gesù”, “Cristo”e “Maria”, su 26.000 battute di testo, compaiono ZERO risultati.
In compenso si possono trovare “Segreti di vita sana e come essere al top per la salute, la bellezza e il fitness dall'interno verso l'esterno”.
E ancora, sempre sulla scia di Men’s Health, consigli per “Vivere in salute fino a 120 anni e oltre: gli scienziati guardano al futuro, analizzando la genetica della longevità […] Guardiamo a come possiamo estendere la durata della vita umana sana e persino invertire il processo di invecchiamento”.

La chiesa bergogliana sorvola sulla salute eterna concentrando gli sforzi sulla salute temporanea. Capite bene che è un rovesciamento di prospettiva non da poco. E inquietante.
Dimme tu se non è tutto alla rovescia!!!
La Chiesa, in effetti, non è nata per renderci più sani o più belli, per quello c’è Rosanna Lambertucci. Né per farci campare fino a 120 anni, come promette Adriano Panzironi.
La Chiesa vera, quella di Gesù Cristo, deve insegnare a morire bene, in modo che l’anima si salvi, evitando il destino più orribile e grave in assoluto: la dannazione eterna. Cosa volete che gliene importi ai cattolici della cellulite o delle rughe per pochi decenni di vita terrena se poi la loro anima deve sopravvivere eternamente?
Capite, no? nella Chiesa bergogliana tutto è alla rovescia!!! E una chiesa capovolta!!!
Tra gli oltre 100 relatori spiccano il guru della New Age Deepak Chopra, «pioniere di fama mondiale nella medicina integrativa e nella trasformazione personale»; Dame Jane Goodall, famosa ambientalista ed esperta di scimpanzé, che sostiene che la popolazione mondiale dovrebbe ridursi a quello che era 500 anni fa; CHELSEA CLINTON, la figlia di Bill e Hillary, che ha conseguito un master in sanità pubblica, ma che è convinta che non sarebbe cristiano vietare l’aborto legalizzato; Joe Perry, chitarrista e cofondatore del gruppo rock degli Aerosmith e fondatore di Rock stars of science.
Non poteva mancare quindi il guru americano dell’epidemia da Sars-Cov2 Anthony Fauci e con lui l’esperto italiano Walter Ricciardi. Quindi Stéphane Bancel e Albert Bourla, rispettivamente i Ceo delle Big pharma Moderna e Pfizer, produttori dei vaccini anti Covid-19...
Allora... la chiesa bergogliana invita tutta questa carogna!!!... Da a loro un posto, un pulpito in Vaticano!!!... E questi parlano ma non come lo fa un peccatore pentito cercando di riparare il danno commesso!!!.. No!!!... Loro continuano diffondendo a destra e sinistra le loro immondizie!!..
/
Dimme tu, se non è la chiesa bergogliana, una chiesa rovesciata... una chiesa capovolta... Chiesa rivolta allo temporale...
Grazie a Dio ci sono molti credenti e buoni sacerdoti nella vera Chiesa Cattolica , che continuano essendo fedeli alla dottrina apostolica.. In loro si compie quello che stá scritto riguardo alla chiesa: le porte degli inferi non prevarranno contro di essa.(Mt 16,18)
il vandea
E allora perche' riceve e premia abortisti e omosessuali?
warrengrubert
È un cerchiobottista! Deve dire ogni tanto qualcosa di cattolico per incantare gli ingenui... Tanto poi con i fatti distrugge, e lo fa con scandalosa soddisfazione.
Francesco I
Ma nel 2015, non ci aveva consigliato di non fare "figli come conigli" ?