Clicks1.1K
it.news
1

Dawkins bruciato alla griglia degli atei: per aver pronunciato eresie

American Humanist Association, una setta di persone che odiano Dio a Washington DC, ha ritirato il suo trofeo "Umanista dell'anno" nel 1996 all'ateo britannico Richard Dawkins.

Senza un processo, AHA accusa Dawkins di "emarginare gruppi piccoli". Si fa riferimento al tweet che Dawkins ha pubblicato in aprile, in cui paragonava i "trans" all'impostora americana Rachel Dolezal, una donna bianca che per hanno ha finto di essere nera.

"Alcuni uomini scelgono di identificarsi come donne, alcune donne scelgono di identificarsi come uomini. Se si nega che sono esattamente come si identificano, si viene avviliti" scrive Dawkins.

AHA non ha consentito alcuna discussione: un codardo Dawkins ha fatto rapidamente marcia indietro, protestando e dicendo che la questione era stata "mal rappresentata".

Poi ha lusingato la AHA: "È deplorevole". E ancora: "Non era mia intenzione allearmi in alcun modo con i bigotti repubblicani degli USA, che ora sfruttano questo problema." La sua bugia non l'ha aiutato.

Nel 2015, Dawkins ha scritto: "Una donna trans è una donna? Pura semantica. Se siamo definiti dai cromosomi, no. Se ci identifichiamo da soli, sì. Io uso il 'lei' per cortesia."

Nel 2018, la AHA ha ritirato il trofeo a Lawrence Krauss accusandolo di essere un maniaco sessuale.

Nel 1957 il trofeo è andato a Margaret Sanger che difendeva l'aborto dei bambini delle famiglie povere ed era legata al Ku Klux Klan. AHA non le ha mai tolto il trofeo.

Foto: Richard Dawkins © Liberal Democrats, CC BY-ND, #newsHdhkemocca

Christoforus78
Quando sei servo non riesci a sollevare la schiena. Dici di non credere in Dio per adorare te stesso, od ogni idolo e feticcio a portata di mano