demaita
484

Riparazione alle Bestemmie contro Maria SS.ma di B…….

di Juan Suárez Falco.

Colei che il diavolo odia di più è la Beata Vergine Maria. La odia più di Dio Padre, più di Gesù Cristo. Perché è una creatura umana, eppure lui non è mai potuto entrare nel suo Cuore Immacolato, poiché Maria, per unico privilegio, è stata concepita Immacolata, senza peccato originale, e non ha mai peccato durante la sua vita, nemmeno venialmente.
Sappiamo che dopo la caduta nel peccato dei nostri genitori, Adamo ed Eva, Yahweh separò la stirpe del serpente (di Satana e da tutti coloro che sarebbero stati suoi seguaci nel corso della storia, fino alla fine dei tempi) da quella della Donna (che è di Gesù Cristo e della sua Beata Madre, la Vergine Maria, e dei loro figli consacrati), profetizzando che lui le avrebbe insidiato il calcagno e che infine lei gli avrebbe schiacciato la testa.
Bergoglio è il falso profeta dell'Apocalisse 13,11-15, la Bestia della terra o della religione, il vescovo con due corna che sembra un agnello ma che è drago perché parla come tale, usurpatore della sede petrina dopo le false dimissioni di BXVI, (costrettovi dal colpo di stato massonico. e che continua ad essere Papa, rimanendo a Roma vestito da Papa, agendo da Papa e con attributi papali, agendo da katejon di fronte alle affermazioni bergogliane).
Bergoglio odia l'Immacolata con tutta l'anima. Quando la maledice, strizza gli occhi, divertendosi satanicamente, assumendo una faccia di infinito risentimento e disgusto.
Ecco perché Bergoglio ha dedicato a Maria negli ultimi anni diverse bestemmie:
Come quando disse ai Francescani dell'Immacolata Concezione che erano stati commissariati perché ciò che il diavolo odia di più e quello che non sopporta è l'Immacolata Concezione… ed essendo stato lui stesso a decretare quell'intervento contro quel fiorente ordine;
Come quando proiettò l'8 dicembre 2015, solennità del dogma dell'Immacolata Concezione, una serie di immagini di lupi e animali sulla facciata della Basilica di San Pietro, intitolata “Fiat Lux”, in chiara allusione satirica, preparato da una società della Banca Mondiale;
Come quando a Fatima disse che Maria "non era una santerella" che fa grazie a buon mercato;
Come quando disse che Maria, ai piedi della Croce, voleva gridare all'angelo (in riferimento a San Gabriele) che l'aveva ingannata, perché le aveva detto che suo Figlio sarebbe stato Re e che ora lo vedeva lì crocifisso ;
Come quando disse che nelle vene di Gesù scorreva sangue pagano, in riferimento alla stirpe di san Giuseppe - che san Matteo trasmette -, dove nomina adultere, prostitute e pagane come Betsabea, Raab o Rut, lasciando intendere che quel Gesù era un figlio di sangue di San Giuseppe;
Come quando ha detto che San Giuseppe e Maria non sono nati santi ma si sono fatti santi, sapendo come sappiamo che Maria è nata santa, Immacolata;
Come quando introdusse la Pachamama, demone amazzonico, su una barca (imitazione della barca di Pietro) in Vaticano, sulle spalle di cardinali e vescovi, dopo aver assistito ad un abominevole atto idolatrico di "adorazione" nei giardini vaticani, da parte di indigeni; lasciando sull'altare una coppa e un piatto con "offerte" a quell'idolo;
Come quando dice ripetutamente che la Terra è nostra “madre”, in netta contraddizione con la maternità di Maria;
Come quando alla GMG di Panama rise forte quando Maria veniva rappresentata, in una parodia sacrilega, come una ragazza moderna e superficiale, che rifiutava l'annuncio di san Gabriele al telefono, mentre una canzone che faceva riferimento a quella Maria diceva che «era un donna normale”, espressione che lui stesso ha ripetuto più volte dopo… ecc.
Ma ieri, 1° dicembre 2021, in prossimità della celebrazione della solennità del Dogma dell'Immacolata Concezione, Bergoglio si è spinto oltre nel suo veleno. A una serie di sposi novelli, Bergoglio ha rivolto alcune parole, presumibilmente per incoraggiarli nel loro matrimonio, a quel punto commentò di sfuggita il Vangelo di san Giovanni 8,31-42, quello in cui Gesù incolpa i farisei e i dottori della Legge di appartenere al loro padre il diavolo, perché vogliono uccidere lui, al quale rispondono che “Noi non siamo figli di prostituzione; ma abbiamo un solo padre: Dio”.
Bergoglio ha detto loro che i dottori della legge sapevano che Gesù era stato concepito a seguito di prostituzione (!!), e, senza correggere tale interpretazione, ha aggiunto che San Giuseppe accettò questo di Maria, San Giuseppe sapendo com'era (“a vista d’occhio"), e accettando quella situazione che si era verificata, come se Gesù Cristo fosse stato realmente concepito dalla prostituzione di Maria e non dallo Spirito Santo. (¡¡!!).
Tanto per cominciare, i dottori della Legge e i farisei non sapevano come era stato concepito Cristo, nemmeno che fosse nato a Betlemme (credevano fosse di Nazaret), né che Maria fosse rimasta incinta dopo aver sposato san Giuseppe, prima che questi la ricevesse in casa. Non lo sapevano perché San Giuseppe decise di non rinnegare Maria, senza capire cosa fosse successo, finché l'angelo non glielo spiegò nei suoi sogni.
Poiché i farisei non lo sapevano, l'interpretazione di Bergoglio è volutamente falsa: i dottori della Legge, dicono che il loro padre è Dio e che non sono figli di prostituzione. Ma Bergoglio forza questa interpretazione perché torna utile bestemmiare Maria.
Dice letteralmente che "sapevano come Maria era rimasta incinta" e non rimprovera quell'ermeneutica ma la considera valida, come se san Giuseppe avesse "inghiottito" quell'enorme peccato di Maria, accogliendola in casa senza denunciare il suo adulterio. Si noti che prima di dare questa esegesi Bergoglio dice alle coppie che devono accettare la vita come viene, e poi loda San Giuseppe per esserne stato un modello, per aver acconsentito, per amore, a questo peccato di Maria.
…No: Bergoglio, Maria era Immacolata, e Gesù era il Figlio di Dio, concepito nel suo grembo purissimo dallo Spirito Santo. Ciò fu rivelato in sogno a san Giuseppe (Mt. 1, 18-24), e dopo aver accolto Maria nella sua casa senza sapere cosa fosse realmente accaduto, ricevette finalmente l'“annunciazione” dall'angelo, che gliela diede, e spiegò tutto, per la sua tranquillità.
…Quell'enorme bestemmia di Bergoglio viene dal Talmud, opera satanica là dove ci sono dei passaggi segnati con un asterisco in rosso, tra i quali ce n'è uno che dice che Maria era una prostituta e che Gesù è il figlio delle sue prostituzioni con un legionario romano di nome Pantera. Così, dunque, si accenna che Gesù Cristo non era Figlio di Dio, ma di prostituzione. Dio perdoni agli ebrei talmudici tale barbarie e falsità, e che son ricordate anche Bergoglio...
…Lasciamo in fine il link con la trascrizione delle parole di Bergoglio in spagnolo e il video in italiano dove l'usurpatore satanico attacca Maria Santissima con la sua solita lingua biforcuta (indirettamente, sottilmente).
Fratelli, offriamo riparazione al Cuore Immacolato di Maria con più preghiere che mai, più rosari, più amore alla nostra Madre Immacolata, dicendole che l'amiamo con tutta l'anima Lei che fu Vergine prima, durante e dopo il parto,
per le parole del drago che siede sulla sedia di Pietro.

Link: romereports.com/…-la-vida-no-es-como-imaginaramos-sobre-todo-en-el- amore /? fbclid = IwAR0pgB_-DDMl6WtuAjK9sBgrKv4KBzr3XYH_qozNI_0bjCJNYwY5xgEgk1Y
Francesco:
«San Giuseppe dà una lezione importante. Scegli Maria ‘ad occhi aperti’. E possiamo dire, tra virgolette, "con tutti i rischi". Molto spesso la nostra vita non è come ce la immaginiamo, eh? Soprattutto nelle relazioni amorose, di affetto, ci è difficile passare dalla logica dell'innamoramento a quella dell'amore maturo. E dovrebbe succedere, eh? Dall'infatuazione all'amore maturo. Voi sposini ci pensate bene, eh?».
Il Papa ha elogiato il coraggio di san Giuseppe per non fuggire da una situazione del tutto inaspettata e ha condiviso un'interpretazione molto personale di un brano evangelico.
Francesco:
«Pensate al Vangelo di san Giovanni, al rimprovero che i dottori della legge fanno a Gesù: “non siamo figli nati dalla prostituzione”, perché sapevano come Maria era rimasta incinta e volevano umiliare la madre di Gesù. Per me questo è il passaggio più sporco, più demoniaco del Vangelo. Ed è questo il rischio che José decide di correre. Ci insegna una lezione. Prendi la vita come viene”.

Tradotto da : comovaradealmendro.es/…ida-ayer-1-de-diciembre-por-jorge-mario-bergoglio/
Public domain