Clicks452
it.news

Gesuita di 83 anni in carcere già da 100 giorni

Il gesuita don Stan Swamy, 83, arrestato l'8 ottobre, è ancora nel carcere di Taloja a Mumbai.

A luglio, gli ispettori lo hanno interrogato per 15 ore in oltre cinque giorni. Originario di Tamil Nadu, Swamy è attivista per i diritti dei popoli indigeni di Jharkhand, India Orientale, dove ci sono circa il 40% dei minerali preziosi dell'India.

È anche una delle persone più anziane a essere accusato di "terrorismo" in India, oltre a presunti legami coi ribelli maoisti.

Swamy soffre di morbo di Parkinson. Le sue mani tremano fuori controllo, quindi lo devono aiutare a mangiare. È sopravvissuto al cancro una volta, subendo tre interventi chirurgici.

Foto: Stan Swamy © Wikicommons, CC BY-SA, #newsYztadudnio