Clicks447
it.news

Sussidio anti-ecumenico per l’ottaviario di preghiera per la conversione degli acattolici

Dal 18 gennaio (festa della Cattedra di San Pietro a Roma) al 25 gennaio (festa della Conversione di San Paolo) la Chiesa consiglia di elevare preghiere per la conversione dei non cattolici. Nata nel 1908 per impetrare il ritorno dei dissidenti nel seno della Santa Madre Chiesa Romana, l’ottavario (o settimana) attualmente detto “per l’unità dei cristiani” è dal post-concilio la settimana dedicata all’ecumenismo, alle preghiere e alla riflessioni per favorire che i cristiani trovino l’unità. Una unità che non è l’unità della Chiesa Romana sempre sussistente dal momento della fondazione, ma un qualcosa di là da venire, un qualcosa da costruire. Un caravanserraglio se non un circo di iniziative pancristiane in cui la Verità cattolica, lo scisma e l’eresia son poste sullo stesso piano: non foss’altro perchè i rappresentanti della Verità Cattolica sono modernisti e almeno materialmente eretici. Per sopravvivere a questo ottavario e per celebrarlo secondo lo spirito e l’intenzione della Chiesa Cattolica, Radio Spada vi offre alcuni sussidi: sussidi rigorosamente ANTIECUMENICI nello spirito dei Papi che condannarono l’ecumenismo come nemico della Verità.

Preghiere

🔴 Pio esercizio “pro Ecclesiae unitate

🔴 Coroncina per l’Unità

🔴 Florilegio di preghiere a Maria per la conversione degli acattolici

🔴 Preghiera di Benedetto XV per l’unione degli Orientali separati con la Chiesa Romana


Magistero antiecumenico della Chiesa,dei Papi, dei Vescovi

🔴 “A tali condizioni è chiaro che la Sede Apostolica non può in nessun modo partecipare alle loro riunioni e che in nessun modo i cattolici possono aderire o prestare aiuto a siffatti tentativi; se ciò facessero, darebbero autorità ad una falsa religione cristiana, assai lontana dall’unica Chiesa di Cristo. Ma potremo Noi tollerare l’iniquissimo tentativo di vedere trascinata a patteggiamenti la verità, la verità divinamente rivelata? Ché qui appunto si tratta di difendere la verità rivelata” ➡ La “Mortalium animos” di Pio XI del 6 gennaio 1928

🔴[La Chiesa Cattolica Romana è il Corpo Mistico di Cristo] Insegna dunque il Sacro Sinodo e solennemente professa esservi un’unica vera Chiesa di Gesù Cristo, quella che nel Simbolo celebriamo “Una, Santa, Cattolica e Apostolica”, che il Salvatore si acquistò sulla Croce; che congiunse a Sé come un Corpo al Capo, come una Sposa allo Sposo; che dopo la resurrezione trasmise a san Pietro ed dei suoi Successori, che sono i Romani Pontefici, perché la governassero; pertanto solo la Chiesa Cattolica Romana si può di diritto chiamare Chiesa” ➡ “La Chiesa Cattolica Romana è il Corpo Mistico di Cristo” (cit. il Vaticano II come avrebbe dovuto essere e non fu)

🔴 “La dottrina cattolica dovrà dunque essere proposta ed esposta totalmente ed integralmente: non si dovrà affatto passare sotto silenzio o coprire con parole ambigue ciò che la verità cattolica insegna sulla vera natura e sui mezzi di giustificazione, sulla costituzione della Chiesa, sul primato di giurisdizione del Romano Pontefice, sull’unica vera unione che si compie col ritorno dei dissidenti all’unica vera Chiesa di Cristo. Si insegni loro che essi, ritornando alla Chiesa, nessuna parte del bene che, per grazia di Dio, è finora nato in loro, ma che col loro ritorno questo bene sarà piuttosto completato e perfezionato. Non bisogna però parlare di questo argomento in modo tale che essi abbiano a credere di portare alla Chiesa, col loro ritorno, un elemento essenziale che ad essa sarebbe mancato fino al presente” ➡ Istruzione “Ecclesia Catholica” della Suprema Sacra Congregazione del Sant’Offizio sul Movimento Ecumenico

🔴 “Del resto se questi figli della Chiesa Romana, invero nient’affatto molti, che coi loro costumi dissoluti o con modi d’agire inconsulti offesero molti fratelli, sono da riprovare – e per loro volentieri chiediamo e imploriamo perdono – non è lecito ritenere del tutto innocenti quelli che, per le colpe dei fratelli, non consolarono la Madre Chiesa, accrescendola con la probità dei loro costumi, ma miseramente la abbandonarono. Noi, congregati in uno, fortemente bramiamo che i fratelli ahimè! ancora da noi separati – che non possiamo dimenticare – rientrino nella Chiesa Apostolica Romana cui per molti secoli furono deditissimi congiunti: la vera Chiesa di Cristo, pia e clemente Madre di tutti, li attende ogni giorno con ansia” ➡ La vera unità dei cristiani spiegata dal Cardinale Ernesto Ruffini

🔴 “Chi vuol verità, come chi cerca virtù e vera civiltà, è necessario che venga irradiato da questa lucerna divina che, collocata sul colle santo del Vaticano, brilla sempre pura ed inestinguibile nella Chiesa, fuori della quale tutto è tenebre, vizio, oscurità, errore: perché Cristo solo è luce di luce, luce vera che illumina ogni uomo, che viene in questo modo” ➡ “Solo Roma è maestra di civiltà, scienza e verità!”. Una lettera pastorale (antiecumenica) di Mons. Demartis, Vescovo di Nuoro

🔴 “Da lungo tempo, cosa che possiamo a stento esprimere nell’eccesso della nostra afflizione, Noi abbiamo saputo da persone degne di fede e dalla voce pubblica che, per ispirazione del nemico del genere umano sono stati nuovamente suscitati e recentemente seminati fra alcune menti frivole nell’inclita nazione Germanica, degli errori: alcuni dei quali già condannati dai Concili e dalle Costituzioni dei nostri Predecessori, contenenti espressamente l’eresia dei Greci e dei Boemi; altri rispettivamente eretici, falsi, scandalosi, offensivi delle pie orecchie, capaci di sedurre le menti degli uomini semplici, originati da falsi credenti, i quali per superba curiosità, cupidi della gloria del mondo, contrariamente a quanto insegna l’Apostolo, vogliono sapere più di quanto sia necessario; la loquacità dei quali – come dice Girolamo – senza l’autorità delle Scritture non avrebbe credibilità se non si adoperassero a rafforzare la perversa dottrina anche con testimonianze divine, sebbene male interpretate; e davanti ai cui occhi non sta più il timor di Dio” ➡ La bolla “Exsurge Domine” di Leone X contro Lutero

🔴 “Martino, e ci dà grave dolore e turbamento il dire questo, lui lo schiavo di una mente depravata, ha disprezzato di revocare e rinnegare i suoi errori nell’intervallo prescritto e di inviarci anche una sola parola di revoca come da Noi paternamente richiesto, o di venire da Noi lui stesso, anzi , come una pietra d’inciampo, non ha temuto di scrivere e predicare cose peggiori di prima, contro di Noi e questa Santa Sede e la fede cattolica, e di guidare gli altri a fare lo stesso. Ora viene solennemente dichiarato eretico, e così anche gli altri, qualunque sia la loro autorità e rango, che non hanno curato nulla della propria salvezza, ma pubblicamente e davanti gli occhi di tutti gli uomini diventano seguaci della perniciosa ed eretica setta di Martino, e coloro che hanno dato a lui apertamente e pubblicamente il loro aiuto, consiglio e favore, incoraggiandolo in mezzo a loro nella sua disobbedienza e ostinazione, o ostacolando la pubblicazione della nostra suddetta missiva: questi uomini sono incorsi nelle pene stabilite in tale missiva, e devono essere trattati legittimamente come eretici ed evitati da tutti fedeli cristiani, come dice l’Apostolo” ➡ Bolla “Decet Romanum Pontificem” di Papa Leone X contro il luteranesimo

🔴 “Che la Chiesa avesse nei suoi canoni leggi penali contro gli eretici è la normalità, che scendesse in guerra con i propri mezzi a difendere i cristiani in pericolo o a eliminare gli ostacoli alla diffusione del Vangelo, è la normalità in qualsiasi epoca in cui non c’è persecuzione ma Cristianità. Sant’Ambrogio non esitava a spingere l’Imperatore a negare a Milano qualsiasi luogo di culto agli ariani, occupando con i fedeli l’unica chiesa rimasta nelle loro mani; quando una sinagoga fu incendiata dai cristiani in Asia, il santo condannò l’atto, ma obbligò Teodosio a non imporre la ricostruzione, per di più a spese dei cristiani. Non ci deve stupire che Lucio III ordinasse di consegnare gli eretici al braccio secolare, o che Innocenzo III chiedesse ai signori laici di intervenire eliminando dalle loro terre tutti gli eretici segnalati dalla Chiesa; e che nella bolla dogmatica che condanna gli errori di Lutero, Leone X ricordi che bruciare gli eretici non è contro la volontà dello Spirito Santo” ➡ Pillole di antiecumenismo. Dalla prefazione di don M. Tranquillo a “Sed Gladium”

🔴 “Sono i Luterani un miscuglio d’arroganti gramatici, di chierici dissoluti, di regolari pentiti, di legisti ignoranti, di scaduti nobili, di plebe ingannata […] Ed ove pure la malizia degli uomini, e l’infelicità de’ tempi facesse, che nonostante sì gran percossa, questa maledetta pianta rimanesse ancor viva, viverà tanto infievolita, che potremo sperare non solo di rintuzzarne i germogli per ora, ma d’abbatterla in secolo più fortunato, Laddove senza il colpo di quest’accetta io la veggo a guisa di quell’albero di Nabucodonosorre, occupar co’ suoi rami e deformare in un bosco, nido d’ogni bestialità, questa gran vigna di Cristo: onde avvenga della Germania, per la licenziosa eresia di Lutero, ciò ch’è avvenuto dell’Asia per la sensuale superstizione di Macometto” ➡ Cardinale Girolamo Aleandro

🔴 “Se ben ricordo quello che ho letto, se mi consiglio coi documenti dell’esperienza, parmi cosa assai pericolosa il negoziare con coloro che sono fuori della Chiesa. Neppur si avrebbe da ascoltarli: imperocché, come ottimamente dice il Savio, nel libro dell’Ecclesiastico: «Chi avrà compassione dell’incantatore morsicato dal serpente e di coloro, tutti che s’avvicinano alle feroci bestie? Quis miserebitur incantatori a serpente percusso, et omnibus qui appropinquant bestiis?» (Eccli. XII, 15). Per insegnarne a tenerci in guardia da coloro che sonosi distaccati dalla Chiesa, la Scrittura li tratta da serpenti, e, certamente a cagione del perfidi loro artifici: chiamali anche lupi mascherati sotto la pelle di agnello, in vestimentis ovium (Matth. VII, 15), come volpi eziandio gli appella (Cant. II, 15, Luc. XIII, 15). Tale per verità è stata sempre l’ordinaria condotta degli eretici” ➡ ‘Guai a negoziare con gli eretici’. Un attualissimo discorso del padre Lainez, secondo Generale dei Gesuiti.

🔴 “Silvio Antoniano per incarico del papa salutò i vescovi ruteni i quali, per il loro bene e per quello della loro nazione, e con indicibile gioia del Santo Padre, ritornavano dopo una separazione di 150 anni, nuovamente alla roccia sulla quale Cristo aveva fondata la sua Chiesa, alla madre e maestra di tutte le Chiese, alla santa Chiesa Romana. «Oh quanto è giusta la lode», esclamò egli «che voi stessi tributavate alla bontà e sapienza di Dio, la quale vi illuminò, per riconoscere che le membra divise dal capo non possono mantenersi in vita, e che colui, il quale non ha per madre la Chiesa, non può avere Dio per padre». Antoniano concluse invitandoli a professare l’atto di fede cattolica.” ➡ L’Unione di Brest del 1595. Come i Ruteni tornarono nell’unità della Chiesa Romana

L’antiecumenismo dei Santi

🔴 L’anti-ecumenismo di Maria e la conversione di una protestante

🔴 Ortodossi a caccia di Gesuiti. L’atroce martirio di sant’Andrea Bobola

🔴 ‘Rimarginare col sangue le ferite di Calvino’. Il martirio di San Fedele da Sigmaringa.

🔴 San Roberto Bellarmino: ‘Ce ne ridiamo di tutti gli eretici!’

🔴 Quando Padre Pio convertì al Cattolicesimo una famiglia di “ortodossi”

🔴 San Pietro da Verona, Inquisitore e Martire

🔴 “Sono nelle vostre mani!”. Il tremendo e glorioso martirio di San Giosafat Kuncewycz

🔴 Lutero ‘commemorato’ come merita nelle parole di S. Teresa d’Avila

🔴 “Ecclesiam Dei”. L’enciclica di Pio XI su S.Giosafat, il vescovo martirizzato dagli “ortodossi”

🔴 “Ho in abominio Lutero, detesto Calvino, maledico tutti gli eretici”. La professione di fede di S. Pietro Canisio.

🔴 Pierre de Castelnau, l’inquisitore massacrato a tradimento dai Catari

Cenni di storia ecclesiastica e approfondimenti

🔴 “La più indovinata invenzione del re del male”. Un articolo dell’Osservatore Romano del 1935 sul Protestantesimo

🔴 Paolo V e la vittoria cattolica e mariana sui protestanti alla Montagna Bianca

🔴 Sangue uniate: i Martiri di Drelów

🔴 “Affinità tra il maomettismo e il luteranismo” dell’abbè Rohrbacher

🔴 Le “buone intenzioni” di Lutero: bruciare il Papa e lavarsi le mani nel suo sangue.

🔴 Ugonotti a caccia di Gesuiti. Una storia di stragismo eretico.

🔴 Possono esistere dei veri martiri al di fuori della Chiesa Cattolica? ~ Uno studio dell’abbé Gleize FSSPX

🔴 Urbano VIII e la guerra agli eretici

🔴 La politica anti-ugonotta di San Pio V

🔴 [APOLOGETICA] La Notte di San Bartolomeo. Speranze, delusioni ed equivoci : PARTE 1 e PARTE 2