Gloria.tv And Coronavirus: Huge Amount Of Traffic, Standstill in Donations
Clicks742

Lettera scritta a mano da Abp. Marcel Lefebvre

Econe, 28 ottobre 1988: "Grazie mille per la sua gentile lettera. Sono d'accordo con il suo desiderio di riordinare in modo condizionato questi sacerdoti [Novus Ordo] e ho fatto questa riordinazione …More
Econe, 28 ottobre 1988: "Grazie mille per la sua gentile lettera. Sono d'accordo con il suo desiderio di riordinare in modo condizionato questi sacerdoti [Novus Ordo] e ho fatto questa riordinazione molte volte.
Tutti i sacramenti dei vescovi o dei sacerdoti modernisti sono ora dubbiosi. I cambiamenti sono in aumento e le loro intenzioni non sono più cattoliche.
Siamo nel tempo della grande apostasia" (Monsignor Marcel Lefevre)
CSc
Here the whole letter of Archbishop Lefebvre:
www.dominicansavrille.us/questionable-pr…
Marziale
"Siamo nel tempo della grande apostasia".
Verissimo, ma la grande apostasia attesa ha avuto dei gradi , come quelle malattie da incubo che non appaiono mai subito per quel che sono veramente, e non è scoppiata improvvisamente.
Credo che ad oggi l'umanità intera e gli aiutanti del Vignaiolo, chi più chi meno, abbiano flagellato e incoronato nuovamente di spine il nostro Amabilissimo Redentore e …More
"Siamo nel tempo della grande apostasia".
Verissimo, ma la grande apostasia attesa ha avuto dei gradi , come quelle malattie da incubo che non appaiono mai subito per quel che sono veramente, e non è scoppiata improvvisamente.
Credo che ad oggi l'umanità intera e gli aiutanti del Vignaiolo, chi più chi meno, abbiano flagellato e incoronato nuovamente di spine il nostro Amabilissimo Redentore e certamente ci apprestiamo, con i nostri peccati, ad inchiodarlo nuovamente sulla Croce per udirne con piacere i rantoli.
Il Modernismo et similia non si potevano fermare perché sono dentro ognuno di noi, ed un giorno sarebbero comunque straripati incontenibili devastando l'intera Vigna ed il mondo intero: ma guai a quei servi!
Le voglie di un uomo si possono contenere un giorno, un mese, un anno: ma alla fine esplodono.
L'uomo aveva tutto per uscirne vincitore ma ormai, soprattutto in questi ultimi due secoli, aveva preso nuovamente di mira quella mela posta in quell'alto ramo e, guardala oggi per desiderarla domani, è riuscito nuovamente ad afferrarla per raggiungere quella che crede esser libertà mentre invece è prigionia a dei ceppi con doppia catena.
Del resto tutto è già scritto: e l'inizio e la fine.
Marziale
Francesco I
"Tutti i sacramenti dei vescovi o dei sacerdoti modernisti sono ora dubbiosi"
Marziale
"Tutti i sacramenti dei vescovi o dei sacerdoti modernisti sono ora dubbiosi".
Questa non è la mia convinzione altrimenti si dovrebbe affermare che i miracoli eucaristici di questi ultimi quarant'anni non sono veri miracoli. L'ottimo Vescovo in questo caso ha sbagliato e doveva esser più cauto: sì sì, no no. O i sacramenti sono validi oppure non lo sono: tertium non datur.
Spargere un qualsiasi…More
"Tutti i sacramenti dei vescovi o dei sacerdoti modernisti sono ora dubbiosi".
Questa non è la mia convinzione altrimenti si dovrebbe affermare che i miracoli eucaristici di questi ultimi quarant'anni non sono veri miracoli. L'ottimo Vescovo in questo caso ha sbagliato e doveva esser più cauto: sì sì, no no. O i sacramenti sono validi oppure non lo sono: tertium non datur.
Spargere un qualsiasi dubbio, in questo caso poi è materia gravissima, è sempre cosa da biasimare.
È come se io dicessi :secondo me... sì ma...però...forse...
Dove c'è il dubbio lì vi è ignoranza.
Il Vescovo è maestro di Dottrina e successore degli Apostoli ma deve esser anche maestro di Verità.
Un saluto
Marziale
Giulio Mannino
I miracoli eucaristici non sono autentici, anche il demonio può fare cose stupefacenti.
Marziale
@Giulio Mannino , ho uno schedario particolare per annotare affermazioni bizzarre o stravaganti : questa sua mi mancava.

Marziale
Giulio Mannino
Quelli che lei chiama "miracoli eucaristici" sono prodigi e non necessariamente opera divina.
Dopo il concilio V2, la riforma liturgica personalmente i dubbi sono comprensibili, sì sì, no no credo abbia un altro significato, dubitare di ciò che non è certo sembrerebbe ovvio.
PS: Mi permetto di farle notare che firmare continuamente i commenti è ridondante visto che il suo nome compare ugualmente.…More
Quelli che lei chiama "miracoli eucaristici" sono prodigi e non necessariamente opera divina.
Dopo il concilio V2, la riforma liturgica personalmente i dubbi sono comprensibili, sì sì, no no credo abbia un altro significato, dubitare di ciò che non è certo sembrerebbe ovvio.
PS: Mi permetto di farle notare che firmare continuamente i commenti è ridondante visto che il suo nome compare ugualmente. Faccia come crede comunque.
Francesco I
@Marziale
"Dubbiosi" non vuol dire "nulli". Caro amico, come le ho già riferito in altra occasione le torno a ripetere quanto mi ha detto un Sacerdote della FSSPX (che spero possa, prima o poi, essere ordinato vescovo) :

Se una persona trova due bottiglie in cui in una è certo che vi sia pura acqua di montagna ottima e batteriologicamente pura, l'altra bottiglia pure contiene un liquido, di …More
@Marziale
"Dubbiosi" non vuol dire "nulli". Caro amico, come le ho già riferito in altra occasione le torno a ripetere quanto mi ha detto un Sacerdote della FSSPX (che spero possa, prima o poi, essere ordinato vescovo) :

Se una persona trova due bottiglie in cui in una è certo che vi sia pura acqua di montagna ottima e batteriologicamente pura, l'altra bottiglia pure contiene un liquido, di cui la persona non conosce la provenienza; nella migliore delle ipotesi potrebbe essere acqua del delta padano, ma potrebbe contenere anche arsenico oppure gialappa.
Secondo lei quale delle due bottiglie quella persona accosterà la sua bocca?
Ora l'acqua pura di montagna di provenienza certa è la Santa Messa di Sempre, l'altra, quella di dubbia provenienza è la messa che il Montini elaborò insieme a sei pastori protestanti (vedi foto).

Perciò se applica il principio "salus animarum suprema lex esto" non può che partecipare alla messa di sempre: lì vedrà tutti i comunicandi che si inginocchieranno, le letture bibliche le farà esclusivamente il celebrante, e l'eucarestia sarà conservata sull'altare maggiore e non in un angolino nascosto della chiesa come voleva il massone Montini.
-) Jean Guitton e la messa ecumenica … di Paolo VI
-) Messainlatino.it: Jean Guitton, amico di sempre di Paolo VI, in un'intervista profetica:" Mons. Lefebvre aveva ragione"!
Giulio Mannino
Mons. Lefebvre scriveva in quel modo perché dubitava in quel momento della validità dei sacramenti. Tale dubbio era lecito e comprensibile.
Personalmente diffido dalla Fraternità S.P.X. Criticano il papa ma ne riconoscono l'autorità. Lo stesso vale per il problema della messa "una cum".
Frequento la messa tradizionale ma non in comunione con Bergoglio.
www.youtube.com/watch
www.youtube.com/…More
Mons. Lefebvre scriveva in quel modo perché dubitava in quel momento della validità dei sacramenti. Tale dubbio era lecito e comprensibile.
Personalmente diffido dalla Fraternità S.P.X. Criticano il papa ma ne riconoscono l'autorità. Lo stesso vale per il problema della messa "una cum".
Frequento la messa tradizionale ma non in comunione con Bergoglio.
www.youtube.com/watch
www.youtube.com/watch