it.news
1238

Autore di Sodoma "esperto" per scandaloso "rapporto abusi" dei vescovi francesi

Il rapporto Sauvé sugli abusi omosex, grossolanamente esagerato, ordinato dai vescovi francesi, ha usato Frédéric Martel, 54, attivista omosex socialista e ateo, come "esperto esterno".

Martel è stato invitato nonostante abbia diffamato Benedetto XVI come "omosessuale", abbia detto che il cardinale Müller lo ha ricevuto in pigiama e abbia annunciato un "discorso storico" di Francesco sull'omosessualità, mai arrivato.

Un'udienza di Martel, nell'ottobre 2019, ha prodotto otto pagine di verbale (testo in francese).

Nel suo libro "Sodom" di propaganda omosex, Martel sospetta senza presentare dati che un "Francesco eterosessuale" viva nel Vaticano "tra i froci" [tutti nominati da lui] e che essere omosessuale sia "quasi la norma nel clero".

Martel ha inventato anche che quattro dei recenti predecessori di Francesco erano omosessuali… chiaramente non amici di Francesco, che ha ospitato Martel in Vaticane e ha trovato il tempo di leggere la propaganda di Martel.

La principale fonte di Martel è il suo "gaydar" (contrazione di "gay" e "radar") che, secondo lui, gli permette di riconoscere gli omosessuali. Inoltre, Martel predica il dogma omosex che chiunque critichi il vizio omosessuale è un "omosessuale" e chiunque condona questo vizio non lo è. Pertanto, le critiche di Francesco sono tutte "omosessuali".

Questo è il livello del "rapporto sugli abusi" in Francia, il che prova che i vescovi francesi sono decadenti anche quando trattano la decadenza.

Foto: Frédéric Martel, © wikipedia, CC BY-SA, #newsNbkyfwxvyn

N.S.dellaGuardia
Ennesimo uomo giusto al posto giusto nella chiesa-baraccone che piace a peron