Clicks2K

Era gravemente malato. E accanto al suo letto apparve Gesù

di Gelsomino Del Guercio

Era gravemente malato. E accanto al suo letto apparve Gesù
Il giorno dopo le sue condizioni di salute migliorarono. Pio XII ne parlò con pochissime persone
Un pontefice avrebbe avuto la visione di Gesù Cristo. Ed è accaduto in un momento di gravi difficoltà fisiche per lui. Era a letto, gravemente ammalato. Sentiva vicina la fine del suo percorso terreno. Ed è allora che è accaduto un fatto straordinario.
Padre Leonardo Sapienza, reggente della Casa Pontificia, nel suo libro “La barca di Paolo”, Edizioni San Paolo, pubblica due documenti del 1955, poco conosciuti, che ricostruiscono questa visione avuta da Pio XII, durante una malattia che lo stava debilitando.
Il n. 47 del settimanale Oggi nel 1955 dava in anteprima la notizia che Papa Pacelli aveva visto Cristo in visione accanto a sé. E L’Osservatore Romano di domenica 11 dicembre 1955 conferma l’episodio.

”Ma leggiamo da Oggi:

«… il Papa era gravemente malato… A proposito della malattia superata dal Santo Padre nel dicembre dell’anno scorso (1954), siamo in grado di rivelare al mondo un fatto miracoloso, rimasto finora ignorato, che accadde in quei giorni angosciosi. Il Papa, quando le sofferenze si facevano più atroci, ripeteva spesso fra sé la preghiera “Anima Christi” (“Anima di Cristo…”)…. Giunto all’invocazione “in hora mortis mea voca me” (“nell’ora della mia morte, chiamami”), vide accanto al letto la dolce figura di Gesù. In quell’istante il Santo Padre pensò che il Maestro fosse venuto per chiamarlo a sé, e rispondendo serenamente alla chiamata, continuò la preghiera: “iube me venire ad Te” (“ordinami di venire da Te”)».

Non fu un sogno
Ma Gesù non era venuto a prenderlo, bensì a confortarlo… «Il Santo Padre è sicurissimo di aver visto Gesù: non si trattò di un sogno; in quell’attimo era ben sveglio e lucido… Il giorno dopo l’infermo cominciò a migliorare… Questo episodio fu confidato dal Santo Padre a pochissime persone, alle quali chiese di non divulgarlo…».
Nonostante l’invito alla riservatezza, rivolto da Pio XII ai collaboratori, il Gesuita padre Riccardo Lombardi divulgò la notizia.

L’Osservatore Romano così scriveva:
«Crediamo opportuno di dare anche noi il contributo alla esposizione precisa della verità, quale l’abbiamo appresa da uno dei pochissimi devoti collaboratori, che anche in quel dicembre avvicinava quotidianamente il Sommo Pontefice; e che, con il massimo riserbo e con la più attenta fedeltà, aveva tracciato alcuni appunti, da lui subito suggellati in una busta su cui aveva scritto: da aprirsi soltanto dopo la mia morte. Successivamente, quando cioè la notizia fu di pubblico dominio, la stessa persona si fece un dovere di riferire circa i propri appunti al Santo Padre, e da Lui ebbe conferma della veridicità delle note».

it.aleteia.org

paolase and one more user like this.
paolase likes this.
Stat Crux likes this.
il vandea
S. Pio XII , adesso che contempli Gesu' nella gloria del Paradiso, prega per la salvezza della Chiesa, della nostra Santa Fede, per la purezza dei Sacerdoti, per la fedelta' dei pastori, per una santa vita nostra e delle nostre famiglie, per la liberazione dai tuoi nemici e dalle loro sataniche opere, per l'avvento del regno eterno di Cristo, e sostienici , in collaborazione con i nostri Angeli …More
S. Pio XII , adesso che contempli Gesu' nella gloria del Paradiso, prega per la salvezza della Chiesa, della nostra Santa Fede, per la purezza dei Sacerdoti, per la fedelta' dei pastori, per una santa vita nostra e delle nostre famiglie, per la liberazione dai tuoi nemici e dalle loro sataniche opere, per l'avvento del regno eterno di Cristo, e sostienici , in collaborazione con i nostri Angeli Custodi, nel nostro cammino quotidiano.
paolase and 3 more users like this.
paolase likes this.
alda luisa corsini likes this.
Francesco I likes this.
Stat Crux likes this.
O Iesu, aeterne Pontifex, qui ad summam dignitatem tui Vicarii in terris venerabilem Pium Duodecimum promovere dignatus es, et qui eum intrepidum fidei defensorem, fervidum iustitiae pacisque propugnatorem, pium Sanctissimae Genetricis tuae glorificatorem atque clarissimum caritatis omniumque virtutum exemplar fecisti; praesta, quaesumus, ut gratias quas postulamus, eius meritis obtineamus qui …More
O Iesu, aeterne Pontifex, qui ad summam dignitatem tui Vicarii in terris venerabilem Pium Duodecimum promovere dignatus es, et qui eum intrepidum fidei defensorem, fervidum iustitiae pacisque propugnatorem, pium Sanctissimae Genetricis tuae glorificatorem atque clarissimum caritatis omniumque virtutum exemplar fecisti; praesta, quaesumus, ut gratias quas postulamus, eius meritis obtineamus qui in ipsius intercessione confidimus, itaque ad gloriam altarium scansum quamprimum videre possimus. Amen.
alda luisa corsini and one more user like this.
alda luisa corsini likes this.
Stat Crux likes this.
gloria 61 and one more user like this.
gloria 61 likes this.
N.S.dellaGuardia likes this.
amatissimo Pio XII,beato in Cielo,anche se non fra gli uomini
gloria 61 and one more user like this.
gloria 61 likes this.
Francesco I likes this.
Mi cha el and 4 more users like this.
Mi cha el likes this.
Marziale likes this.
Tempi di Maria likes this.
alda luisa corsini likes this.
nolimetangere likes this.