Clicks3.2K
Francesco I
4
L'albero buono si giudica dai frutti: anche ad Utrecht (Olanda) c'è chi dà nuova vita alle cattedrali. L'albero buono si vede dai frutti. Mentre il Cardinale olandese annuncia che quasi tutte le …More
L'albero buono si giudica dai frutti: anche ad Utrecht (Olanda) c'è chi dà nuova vita alle cattedrali.

L'albero buono si vede dai frutti. Mentre il Cardinale olandese annuncia che quasi tutte le chiese nell'arcidiocesi di Utrecht saranno chiuse c'è chi, sempre nei Paesi Bassi restaura le Cattedrali e le riporta a nuova vita:

Domenica 12 novembre, il giorno seguente della festa di San Martino Patrono dell'Arcidiocesi di Utrecht, S.E.R. Monsignor Bernard Fellay, Superiore Generale della Fraternità Sacerdotale San Pio X, ha "riconciliato" la chiesa di San Willibrord, situata nel cuore della storica città di Utrecht, dopo averla acquisita e ottimamente restaurata a sola lode di Dio.

La bellissima chiesa ottocentesca di San Willibrord fu costruita nel 1870 quando la Gerarchia cattolica venne ripristinata in Olanda.

Purtroppo quel gioiello di fede dopo il Concilio Vaticano II stava per essere distrutto: era utilizzato solo "laicamente" come purtroppo avviene per le chiese "inutilizzate" sparse in nei paesi e nelle città dell'ormai scristianizzato continente europeo con sempre meno figli e meno cristiani.

Prima della celebrazione della Messa Pontificale si è svolto il rito della "riconciliazione" previsto dal Pontificale Romano al fine di restaurare il culto cattolico in un edificio sacro dopo che è stato usato per un uso profano.

Il Vescovo ha benedetto dapprima l'acqua gregoriana, una miscela di acqua, vino, sale e cenere con la quale ha asperso le pareti interne e il pavimento con la forma di croce onde pulire la chiesa dalle macchie della profanità.
Nella sua omelia, monsignor Fellay ha ricordato che la bellezza artistica di quel luogo di culto è riflesso della bellezza divina di cui l'anima cristiana è anche immagine.

Il Vescovo ha pure voluto sottolineare che quell'edificio sacro è stato restaurato per la liturgia tradizionale, per la quale è stato costruito «una liturgia che "non è mai stata abrogata", come ha affermato Papa Benedetto XVI nel Motu Proprio Summorum Pontificum del 7 luglio 2007».

È stato poi officiato il Solenne Pontificale.
La liturgia è stata arricchita dal magnifico suono dell'Organo monumentale e da brani stupendamente eseguiti da Solisti, Coro ed ensemble strumentale.

Ad assistere al sacro rito oltre 600 fedeli provenienti dai Paesi Bassi, dal Belgio, dal Lussemburgo e dalla Germania .

La Fraternità Sacerdotale San Pio X ha lodevolmente restituito al Culto Divino anche la bellissima chiesa di St Willibrord edificata dallo zelo, dalla pietà e dalla devozione del Clero e dei fedeli di Utrecht.

Vedi qui il servizio fotografico
il vandea
Queste sono le notizie che danno gioia !! Ad maiorem Die gloriam.
fidelis eternis
...et salus animarum...
Aracoeli
Oltre a bravissimi aggiungo bellissimo il restauro.
studer
Bravissimi, sono letteralmente commosso da questa mirabilissima impresa da cui rivive lo spirito missionario.