Join Gloria’s Christmas Campaign. Donate now!
Clicks531
Francesco I
9

NON C'È EMERGENZA CLIMATICA

L’iniziativa dei 100 scienziati italiani contro l’allarmismo climatico suscita interesse nel mondo e viene riproposta divenendo internazionale.

L’idea di rispondere con un appello
di persone di scienza al tentativo di screditare come antiscientifiche le posizioni di chi non giunge alle stesse allarmanti conclusioni dell’IPCC in materia di allarme climatico era stata lanciata lo scorso mese di giugno (ne ho parlato in “Petizione sul riscaldamento globale antropico“).

Volutamente ignorata dalla stampa e dai grandi media era stata invece contrastata con una contro petizione alla quale, al contrario, veniva data grande visibilità.

L’idea ha poi varcato i confini nazionali trovando grande attenzione all’estero e giungendo infine ad essere fatta propria e rilanciata da altri 400 studiosi di tutto il mondo divenendo una nuova petizione da 500 firme che verrà presentata il 18 ottobre ad Oslo e a Roma.

Qui il link alla petizione.
L’evento di Roma si terrà al Senato, dopo la soppressione ingiustificata di un’analoga iniziativa il 13 novembre dello scorso anno si spera che questa volta non ci sia nessuna censura.

www.enzopennetta.it/2019/10/la-petizione-dei-500/

Per l’occasione è stato anche diffuso un video
che espone le ragioni dell’iniziativa:

Una cosa è certa: non si può aver fede in Dio e nel riscaldamento globale antropico. O uno o l'altro.
Chi crede in Dio e dedica la propria vita a Lui, ama ogni sua creatura e creazione, quindi è "ecologico" o "ecologista" a priori, in quanto non si pone il problema se fare danni al pianeta terra sua buono o cattivo.
Altro è la consapevolezza di cosa è dannoso per il pianeta terra, ed agire di …More
Una cosa è certa: non si può aver fede in Dio e nel riscaldamento globale antropico. O uno o l'altro.
Chi crede in Dio e dedica la propria vita a Lui, ama ogni sua creatura e creazione, quindi è "ecologico" o "ecologista" a priori, in quanto non si pone il problema se fare danni al pianeta terra sua buono o cattivo.
Altro è la consapevolezza di cosa è dannoso per il pianeta terra, ed agire di conseguenza, ma avendo al primo posto l'amore per il prossimo.
Il resto lasciamolo agli eugenisti progressisti ed illuminati satanisti.
Veritasanteomnia and one more user like this.
Veritasanteomnia likes this.
Christoforus78 likes this.
parole sante
@Augustinus74
@Christoforus78
@Pietro81
Bergoglio sostiene:
Il "magistero" di Bergoglio: "Chi non crede al riscaldamento globale parli con gli 'Scientifici' "

Ecco il parere di uno "scientifico":

Il premio Nobel Carlo Rubbia smonta le teorie pseudoscientifiche sul cambiamento climatico.[VIDEO]

Non solo ma anche Sant'Agostino di Ippona, che probabilmente Bergoglio ignora chi sia, è dello …More
@Augustinus74
@Christoforus78
@Pietro81
Bergoglio sostiene:
Il "magistero" di Bergoglio: "Chi non crede al riscaldamento globale parli con gli 'Scientifici' "

Ecco il parere di uno "scientifico":

Il premio Nobel Carlo Rubbia smonta le teorie pseudoscientifiche sul cambiamento climatico.[VIDEO]

Non solo ma anche Sant'Agostino di Ippona, che probabilmente Bergoglio ignora chi sia, è dello stesso parere dello "scientifico" Carlo Rubbia:

"Cacciati dal paradiso, viviamo giorni cattivi."

Ascoltate di cosa si tratti. I giorni sono cattivi. Non è forse vero che, da quando siamo stati espulsi dal paradiso, trascorriamo quaggiù giorni cattivi? Così i nostri antenati si lamentarono dei loro giorni e gli avi loro si lamentarono dei loro giorni. A nessun uomo son piaciuti mai i giorni della sua vita. Piuttosto, ai posteri piacciono i giorni degli avi; e a costoro, a loro volta, piacevano i giorni che essi non avevano esperimentato e per questo li trovavano piacevoli. Quanto al presente invece, provoca una sensazione pungente. Non dico: "Ti si accosta di più", ma [è un fatto che] ti punge il cuore ogni giorno. Ogni anno, quando sentiamo freddo, di solito diciamo: Non ha mai fatto un freddo così; non ha mai fatto un caldo così. Sì, [è vero che] quanto al "fare", chi "fa" è sempre lui, ma beato l'uomo che tu, Signore, ammaestri per renderlo mite nei giorni del male, finché al peccatore si viene scavando la fossa www.augustinus.it/…/discorso_032_no…."
Discorso 25, 3

www.augustinus.it/…/discorso_032_te…


Come vedete è da almeno 15 secoli che si parla di "cambiamento climatico"
Vorrei ricordarvi che il medioevo fu un periodo di clima mitissimo, nei vari statuti dei comuni piemontesi posti al disotto dei mille metri S.L.M. non si parlava mai di corvée per lo sgombero della neve. Non solo ma anche la toponomastica conferma questo:
in provincia di Asti vi è un comune dal nome "San Marzano Oliveto" famoso un tempo per i suoi olivi ed il suo olio. Alcuni agricoltori, illusi dalle varie ciarle sul "cambiamento climatico" fecero nuovi impianti di uliveti all'inizio di questo secolo.
Il risultato fu che tutte le piantine morirono nell'inverno del 2012 ! Altro esempio di toponimo: "Groenlandia" significa "terra verde" ed i primi coloni vichinghi vi coltivarono il grano.
Leggete anche questo:


www.meteogiornale.it/notizia/56783-1-attivit…
N.S.dellaGuardia and one more user like this.
N.S.dellaGuardia likes this.
Christoforus78 likes this.
Il clima è certamente fuori controllo e sicuramente il comportamento umano non aiuta, il nostro peccato collettivo ha sconvolto la natura. Solo che non serve una conversione ecologica ma una conversione a Cristo Nostro Signore. A noi non spetta salvare il pianeta che attraverso cataclismi ritroverà il suo equilibrio ma dobbiamo salvare l'uomo e soprattutto la sua anima. Qui in ogni discorso …More
Il clima è certamente fuori controllo e sicuramente il comportamento umano non aiuta, il nostro peccato collettivo ha sconvolto la natura. Solo che non serve una conversione ecologica ma una conversione a Cristo Nostro Signore. A noi non spetta salvare il pianeta che attraverso cataclismi ritroverà il suo equilibrio ma dobbiamo salvare l'uomo e soprattutto la sua anima. Qui in ogni discorso siamo sempre inchiodati al mondo materiale pensando di fermare le maree, le alluvioni, i terremoti ma mai capaci di percepire il mondo spirituale che si agita dietro i fenomeni naturali. Vediamo solo con gli occhi e non percepiamo i segni dei tempi.
Kiakiar and one more user like this.
Kiakiar likes this.
Pietro81 likes this.
Pietro81
I fenomeni che accadono sono conseguenza dell allontanamento da Dio da parte della umanità
Florindarosy and one more user like this.
Florindarosy likes this.
Christoforus78 likes this.
Infatti, si vede chiaramente che i fenomeni di questi giorni sono eventi "normali"
Non è vero. Innanzitutto il video non smonta un bel niente. Afferma solo che il mutamento climatico non sia ascrivibile all'aumento di anidride carbonica dovuta all'uomo. Ma non nega il cambiamento. nè l'aumento di anidride carbonica Nessuno scienziato degno di questo nome può negare queste evidenze. Solo che ascrive questo aumento ad altri fenomeni. Peraltro, Rubbia - che è un fisico e non un …More
Non è vero. Innanzitutto il video non smonta un bel niente. Afferma solo che il mutamento climatico non sia ascrivibile all'aumento di anidride carbonica dovuta all'uomo. Ma non nega il cambiamento. nè l'aumento di anidride carbonica Nessuno scienziato degno di questo nome può negare queste evidenze. Solo che ascrive questo aumento ad altri fenomeni. Peraltro, Rubbia - che è un fisico e non un climatologo - dimentica che gran parte dell'aumento della temperatura è finita nei mari, cioè gran parte del riscaldamento si è accumulato negli oceani, che rilasciano questa energia, creando fenomeni sempre più estremi e devastanti.
Quando si parla di riscaldamento globale, ciò a cui si deve prestare maggiore attenzione non sono le variazioni di temperatura da un anno all'altro, ma è soprattutto la tendenza nel medio e lungo periodo.

Lo stesso Rubbia, subito dopo quell'affermazione sulla questione dell'aumento termico, dice che «ci troviamo di fronte a una situazione drammatica, le emissioni di CO2 stanno aumentando». Nel resto dell'intervento parla di cosa è stato fatto o si può fare per ridurle e delle difficoltà a riguardo, di cosa hanno fatto gli USA, l'Europa, la Cina. Quindi Rubbia non smonta nessuna bufala. Dice perfino che «il cambiamento climatico del CO2 registra un aumento esponenziale».
Se il soggetto principale è la terra, pardon madre terra, allora ben venga preoccuparsi per l'anidride carbonica (di cui sono responsabili in buona parte persino gli alberi...).
Se il centro della preoccupazione invece è l'uomo allora vi sono una serie di problematiche ben più gravi che stanno passando sotto silenzio grazie alla gretinizzazione del mondo: l'uso sempre più massivo di semenze OGM …More
Se il soggetto principale è la terra, pardon madre terra, allora ben venga preoccuparsi per l'anidride carbonica (di cui sono responsabili in buona parte persino gli alberi...).
Se il centro della preoccupazione invece è l'uomo allora vi sono una serie di problematiche ben più gravi che stanno passando sotto silenzio grazie alla gretinizzazione del mondo: l'uso sempre più massivo di semenze OGM con conseguente scomparsa delle semenze naturali, presenza massiccia di metalli pesanti nell'atmosfera e nell'acqua (nonché in medicinali sul mercato), uso sempre più indiscriminato di radiazioni e radiazioni elettromagnetiche ad altissimo potenziale nei centri urbani, ecc.
Tutto ciò insomma che ha impatto diretto e nocivo sulla vita umana, e la mette in pericolo assai maggiore che la presunta "acidizzazione" degli oceani...
Per discernere dove stanno le priorità è sufficiente andare dalla parte opposta di dove vanno le varie fondazioni Gates, Open Society, Fabian e Rothschild, Monsanto, Unione Europea, PD e Socialisti, Radicali, Hollywood...
Marziale likes this.