it.news
21.3K

Assurdità molestie: punite le opere d'arte

La caccia alle streghe nell'arcidiocesi di Lione (Francia) sta riscaldando un vecchio caso di molestie riguardante don Louis Ribes (+1994), successo oltre 40 (!) anni fa.

Ventotto anni dopo la morte, la sua salma (che non può difendersi) è accusata di aver toccato "cinquanta" ragazzi e ragazze – anche se la diocesi aveva contatti solo con alcuni di loro.

Nondimeno, la diocesi di Lione, Grenoble e Saint-Etienne ha deciso di "punire" degli oggetti artistici e di rimuovere le opere di Ribes dalle chiese. Mettere in pratica questa follia è difficile nel caso delle vetrate di Ribes, che fanno parte degli edifici che, in Francia, appartengono ai comuni, non alla Chiesa.

Dopo che i vescovi avevano inviato lettere ai sindaci per spiegare la scelta iconoclasta, i sindaci hanno risposto di essere "scioccati", ma hanno chiesto "con cosa sostituire le vetrate e con che soldi", specialmente dato che alcune chiese sono negli elenchi dei monumenti nazionali e i sindaci non possono decidere da soli.

Ribes era noto come il "Picasso delle chiese" con opere d'arte di una bellezza sorprendente (rispetto ad alcune opere d'arte "sacra" del tempo). Ha creato vetrate colorate, stazioni della Via Crucis, libri illustrati e centinaia di dipinti, tutti riconoscibili per lo stile colorito.

Ribes, orfano, era cresciuto con una zia e con il padrino, anche lui un prete.

#newsHixfjjwtil



Francesco I
In ogni caso i suoi lavori sono veramente orribili!
N.S.dellaGuardia
Follia