Famigerato palazzo londinese venduto

Il Vaticano ha venduto il palazzo di lusso a Londra al centro di un processo per corruzione in corso, il ricavato è stato di circa 216 milioni di euro (comunicato del Vaticano del 1° luglio).

L'ammanco è stato comperato dai fondi bancari del Vaticano, non dall'Obolo di San Pietro, ma la differenza è puramente estetica.

L'impresa immobiliare partì nel 2014, quando la «Segreteria di Stato» del Vaticano comprò il palazzo per circa 350 milioni di euro. Ora la proprietà è passata a Bain Capital, società di investimenti con sede a Boston, dal valore di 155 miliardi di dollari.

Foto: © Never House, CC BY-NC-ND, #newsNibujjkmrl

Giosuè
Non ci dovrebbero essere speculazioni, né banche che dipendono dal Vaticano, ma solo un'unica fondazione che gestisce i denari in entrata ed uscita e l'alienazione dei beni. In questo modo i soldi verrebbero destinati direttamente alle opere di carità, e per il sostentamento del clero.
Giorgio Tonini
Nel far maneggiare i propri soldi la Chiesa Cattolica è sempre stata molto, troppo sfortunata, riponendo la fiducia nelle persone spesso sbagliate…Il primo tesoriere era stato Giuda…e da allora tra quelli che hanno maneggiato i soldi (sia a livello centrale che periferico, direi a tutti i livelli)… molti di essi sono finiti male (“…Non potete servire a due padroni…”). Io, se ne fossi incaricato, …More
Nel far maneggiare i propri soldi la Chiesa Cattolica è sempre stata molto, troppo sfortunata, riponendo la fiducia nelle persone spesso sbagliate…Il primo tesoriere era stato Giuda…e da allora tra quelli che hanno maneggiato i soldi (sia a livello centrale che periferico, direi a tutti i livelli)… molti di essi sono finiti male (“…Non potete servire a due padroni…”). Io, se ne fossi incaricato, personalmente penso che sarebbe per me una disgrazia maneggiare i soldi della Chiesa. Direi timoroso ogni momento: “Signore Gesù aiutami tu…”.