Diodoro
20519
San Paolo VI, nel gennaio del 1966, parla del Concilio appena concluso:
"Il Concilio apre molti orizzonti nuovi agli studi biblici, teologici e umanistici, invita a ricercare e ad approfondire le scienze religiose ma non priva il pensiero cristiano del suo rigore speculativo, e non consente che nella scuola filosofica, teologica e scritturale della Chiesa entri l’arbitrio, l’incertezza, la servilità …More
San Paolo VI, nel gennaio del 1966, parla del Concilio appena concluso:
"Il Concilio apre molti orizzonti nuovi agli studi biblici, teologici e umanistici, invita a ricercare e ad approfondire le scienze religiose ma non priva il pensiero cristiano del suo rigore speculativo, e non consente che nella scuola filosofica, teologica e scritturale della Chiesa entri l’arbitrio, l’incertezza, la servilità, la desolazione, che caratterizzano tante forme del pensiero religioso moderno, quand’è privo dell’assistenza del magistero ecclesiastico"
"... accrescere nei nostri animi la fiducia nella guida della Chiesa sui sentieri sicuri della fede e della vita cristiana. Se questo faranno i buoni cattolici, i bravi figli della Chiesa e specialmente gli studiosi, i teologi, i maestri, i diffusori della Parola di Dio, non che gli studenti e i ricercatori stessi della dottrina autentica scaturita dai Vangelo e professata dalla Chiesa, è da sperare che la fede e con essa la vita cristiana ed anche quella civile avranno grande ristoro, quello appunto che deriva dalla verità che salva. Perché davvero lo «Spirito del Concilio» vuol essere Spirito di verità (Io. 16, 13)".
Le sottolineature sono mie.
-----
Invece esplose quasi subito, in modo travolgente, il "tradimento dei Chierici".
Il magistero ecclesiastico fu -ed è oggi- spessissimo: "Quando vi decidete a far portare via dal rigattiere tutte le vecchie cianfrusaglie e i vecchi libri?".
E lo "Spirito del Concilio" venne invocato innumerevoli volte per dire "Nulla più può essere come prima. Ve lo diciamo noi, che abbiamo compiuto il salto da "Preti" a "leaders di comunità" "

Udienza generale, 12 gennaio 1966

PAOLO VI UDIENZA GENERALE Mercoledì, 12 gennaio 1966 Inseriti nel patrimonio della Chiesa gli insegnamenti del Concilio Diletti Figli e Figlie! La vita della Chiesa è …
Commentatore anonimo
È vero che, come scritto nel catechismo di Francesco Spirago la canonizzazione di una persona da parte della Chiesa, è da considerarsi infallibile (seppur ció non è un dogma di fede), perché la Chiesa nel suo insegnamento ordinario è infallibile e canonizzando un santo propone dei valori morali e di fede che non possono essere sbagliati.
warrengrubert
San Simonino lo hanno tolto dal calendario... La chiesa sbaglia?
Diciamoci la verità:
Hanno fatto santo PaoloVI (e pure Giovanni XXIII) per santificare il concilio vat.II.
Hanno modificato le norme per "fare" il processo canonico.
Con le nuove norme probabilmente faranno santo pure me. 😉
Commentatore anonimo
Ma lo Chiesa non dovrebbe sbagliare, "è colonna e fondamento della verità". (San Paolo)
Francesco Federico
@warrengrubert
Fu proprio "San" Paolo VI a "decanonizzare" San Simonino di Trento!
Simonino di Trento e il culto rubato - Conferenza 22/03/2014 Milano.
non dovremmo quindi stupirci se un giorno sarà "decanonizzato" il "decanonizzatore"!
Tombali massonici.
warrengrubert
@Francesco Federico
Me lo auguro.
Chissà perché non mi stupisco che fu PVI a farlo.
warrengrubert
@Commentatore anonimo
La chiesa non sbaglia quando agisce per la Gloria di Cristo.
Ma, a mio parere, dal concilio Vat.II in poi invece agisce più per la Gloria dell'uomo e dell'ideologia conciliare, e si vede.
silvioabcd
Alcuni cardinali prima di morire (timore di Dio e dell'inferno) hanno rivelato che nel CVII si infiltrò la massoneria.
warrengrubert
Per vedere la mano massonica nel concilio basta solo aprire gli occhi... e il cuore alla Verità!
Francesco Federico
@warrengrubert
Ecco una tomba che mostra chiaramente quale sia il substrato culturare delle Famiglie Algisi e Montini
Tombali massonici.
warrengrubert
Si! l'evidenza però non si può dire...
lamprotes
Che senso ha chiamare "san" una persona del genere?
Diodoro
Ha il senso di esprimere ammirazione, gratitudine a Lui e a Dio, adesione filiale al Papato
tempi.it/…he-non-subisse-critiche-fallirebbe-il-suo-compito/
-------------
Non certo di aderire all'autorità dell'attuale Biancovestito, che demolisce la ChiesaMore
Ha il senso di esprimere ammirazione, gratitudine a Lui e a Dio, adesione filiale al Papato
tempi.it/…he-non-subisse-critiche-fallirebbe-il-suo-compito/
-------------

Non certo di aderire all'autorità dell'attuale Biancovestito, che demolisce la Chiesa
Francesco Federico
La demolizione di Santa Romana Chiesa iniziò con Giovanni XXIII e proseguì con Paolo VI .
Diodoro
@Luisa Cardinale Perfetto.
Il Concilio Vaticano II fu convocato per cambiare drasticamente la Chiesa?
Formalmente, esso fu convocato perché il Concilio Vaticano (I) era stato interrotto con la violenza dai Piemontesi/Massoni, 90 anni prima circa.
Il filo andava ripreso e portato a buon fine. E la "tregua" post-bellica (post-1945) era in realtà la prima "tregua" dall'Ottocento.
Purtroppo capitò …More
@Luisa Cardinale Perfetto.
Il Concilio Vaticano II fu convocato per cambiare drasticamente la Chiesa?
Formalmente, esso fu convocato perché il Concilio Vaticano (I) era stato interrotto con la violenza dai Piemontesi/Massoni, 90 anni prima circa.
Il filo andava ripreso e portato a buon fine. E la "tregua" post-bellica (post-1945) era in realtà la prima "tregua" dall'Ottocento.
Purtroppo capitò che la parte più influente -più occidentale- dei Padri Conciliari avevano intimamente aderito alle novità portate in Italia, tanti anni prima, dai Piemontesi/Massoni
Luisa Cardinale
"Il Concilio Vaticano II fu convocato per cambiare drasticamente la Chiesa?" SI.
Diodoro
Lo dimostri
Luisa Cardinale
🥺 🤔
warrengrubert
Basta guardare Francesco paladino del concilio.
warrengrubert
Carissimo @Diodoro
Facile dimostrare che con il vat.II si voleva rivoluzionare la chiesa, lo hanno detto apertamente loro:
Cardinale Leo Jozef Suenens
«il Vaticano II è stato la Rivoluzione Francese nella Chiesa»
Luisa Cardinale
Per poter ricevere la Dottrina Divina integra e pura, è necessario che la nostra Fede si basi, attraverso la Chiesa, sulla sua continuità nel tempo. Così è, così comanda nostro Signore Gesù Cristo;, e i Pontefici e autorità varie hanno il dovere si impegnarsi in questo e lasciar perdere la scia dell’errato pensiero umano; e magari converrebbe loro anche evitare l’aiutino/one dei nemici della …More
Per poter ricevere la Dottrina Divina integra e pura, è necessario che la nostra Fede si basi, attraverso la Chiesa, sulla sua continuità nel tempo. Così è, così comanda nostro Signore Gesù Cristo;, e i Pontefici e autorità varie hanno il dovere si impegnarsi in questo e lasciar perdere la scia dell’errato pensiero umano; e magari converrebbe loro anche evitare l’aiutino/one dei nemici della Chiesa (vedi concilio vaticano II)
Papa Pio II è molto chiaro in proposito: qualsiasi concilio convocato per effettuare cambiamenti drastici nella Chiesa è decretato in anticipo invalido e annullato” (Bolla del 1460).