Il veggente che vide un futuro papa eretico e la «lista nera» di Papa Bergoglio [aggiornata a giugno …

Il centro del “messaggio” delle Tre Fontane – e delle premonizioni del Cornacchiola – riguarda (come è palese dopo la pubblicazione dei diari del veggente ad opera del giornalista Saverio Gaeta) le …More
Il centro del “messaggio” delle Tre Fontane – e delle premonizioni del Cornacchiola – riguarda (come è palese dopo la pubblicazione dei diari del veggente ad opera del giornalista Saverio Gaeta) le minacce dell’eresia e dell’apostasia dalla vera fede cattolica.
Ma forse l’episodio più inquietante ed enigmatico è quello descritto così dal Cornacchiola, in data 21 settembre 1988:
«Quello che ho sognato non si avveri mai, è troppo doloroso e spero che il Signore non permetta che il Papa neghi ogni verità di fede e si metta al posto di Dio. Quanto dolore ho provato nella notte, mi si paralizzavano le gambe e non potevo più muovermi, per quel dolore provato nel vedere la Chiesa ridotta a un ammasso di rovine» .
Commenta Antonio Socci: «Ma è possibile? Il diritto canonico ha sempre ammesso la possibilità di un papa eretico, ma – a parte alcuni parziali episodi dei secoli passati – non si è mai verificato pienamente questo evento. La possibilità di un Papa che “nega ogni verità di fede e …More
Cristian Fosci
articolo completo ma inutile nel momento in cui si continua ad andare alla messa celebrata in sua unione e continuando a riconoscerlo per cio' che NON E': papa! e qui, a sensazione, la maggioranza lo considera tale... e partecipa alla messa celebrata in sua unione...
macpab
Ci vorrebbe un nuovo aggiornamento (purtroppo). Grazie 🙏
orazio di lauro
San tommaso d'acquino dice che l'apostata cerca di distogliere gli altri dalla fede e allora necessario obbedire a l'apostata anche se fosse una carica alta petrina? o bisogna solamente disobbedirgli? in gioco c'è l'anima del Sacerdote e quella dei fedeli. Per tanto se il Vangelo viene cambiato solamente di una virgola il fedele o il sacerdote ha il dovere di disobbedire chi esso sia vescovo o papa …More
San tommaso d'acquino dice che l'apostata cerca di distogliere gli altri dalla fede e allora necessario obbedire a l'apostata anche se fosse una carica alta petrina? o bisogna solamente disobbedirgli? in gioco c'è l'anima del Sacerdote e quella dei fedeli. Per tanto se il Vangelo viene cambiato solamente di una virgola il fedele o il sacerdote ha il dovere di disobbedire chi esso sia vescovo o papa. Nella summa teologica, nella parte terzia san tommaso d'acquino parla dell'eucarestia,chiunque comunica un'altro nel peccato, ne viene a condividere la colpa,specialmente quando questa comunicazion avviene in sacris con papa francesco..... comunicate con lui nell'errore.
Mostra meno
Maria Lucchetti
Bisogna pregare per Papa Francesco il suo tentativo di rendere il sentimento religioso cattolico come un tentativo di accogliere l'uomo con la sua fragilità ed i suoi peccati, non ha, purtroppo riempito i confessionali, né le celebrazioni eucaristiche, al contrario di quanto, invece è riuscita a fare la Vergine SS.Ma a Fatima, Lourdes, Salette , ed a Medjugorie, etc. Dovrebbe chiederLe aiuto e …More
Bisogna pregare per Papa Francesco il suo tentativo di rendere il sentimento religioso cattolico come un tentativo di accogliere l'uomo con la sua fragilità ed i suoi peccati, non ha, purtroppo riempito i confessionali, né le celebrazioni eucaristiche, al contrario di quanto, invece è riuscita a fare la Vergine SS.Ma a Fatima, Lourdes, Salette , ed a Medjugorie, etc. Dovrebbe chiederLe aiuto e soccorso, invece di criticare il Suo rispetto all'orario delle apparizioni.
Francesco I and 2 more users link to this post
Giocampo
Questo individuo ha certamente un gran disordine e confusione interiori, un amalgama indistinguibile di bene e male, un minestrone puzzolente...a molti piace così.
Giocampo
Sarebbe utile una versione PDF (di quello ch'è possibile)...Grazie
Luca Ferri
Che Dio ce ne scampi e liberi. Sono di nuovo senza speranza padre, chiedo aiuto😭
Teresa Zattarin
Ne conoscevo solamente alcune di queste espressioni...ma con tutte queste sono
veramente scioccata e addolorata...Mai avrei creduto a così tante eresie. Non
potevo credere un tempo, che qualcuno lo definisse Falso Profeta...Poi ascoltando
tanti messaggi di veggenti e la profezia del beato Fulton, non mi meraviglio che
corrisponda a lui la persona che ha descritto...che come Gesù ha avuto un traditore …More
Ne conoscevo solamente alcune di queste espressioni...ma con tutte queste sono
veramente scioccata e addolorata...Mai avrei creduto a così tante eresie. Non
potevo credere un tempo, che qualcuno lo definisse Falso Profeta...Poi ascoltando
tanti messaggi di veggenti e la profezia del beato Fulton, non mi meraviglio che
corrisponda a lui la persona che ha descritto...che come Gesù ha avuto un traditore
Giuda Iscariota, il corpo mistico avrà il suo Giuda Iscariota, il Falso Profeta...che poi
rivelerà di non credere in Dio.... (ho scritto come le ricordo, credo sia esatto).
alda luisa corsini
Ho avuto un solo pensiero, mentre scorrevo il contributo: a tanti preti prima di lui e contemporaneamente a lui in anni di sacerdozio è stato impedito di fare carriera. Sto parlando di persone non più sante di lui ma più colte, teologicamente articolate e border line, ambiziose quanto basta per scalare le cariche più elevate, molto più intelligenti di lui. Invece solo lui è riuscito ad arrivare …More
Ho avuto un solo pensiero, mentre scorrevo il contributo: a tanti preti prima di lui e contemporaneamente a lui in anni di sacerdozio è stato impedito di fare carriera. Sto parlando di persone non più sante di lui ma più colte, teologicamente articolate e border line, ambiziose quanto basta per scalare le cariche più elevate, molto più intelligenti di lui. Invece solo lui è riuscito ad arrivare a quella massima, a quella più ambita, a quella con le caratteristiche della santità. Mi chiedo allora perché lui, nel numero dei cardinali "deviati", è arrivato primo? 🤒
Francesco I
Cara signora Alda,
si ricorda il film "Oltre il giardino" di Hal Ashby del 1979 ?
Un magistrale Peter Sellers interpretava la parte del "Giardiniere", un sempliciotto analfabeta che parlava della coltivazione dell'orto e del giardino, ma le cui parole, per una serie di circostanze fortuite venivano interpretate come se avessero avuto dei profondissimi significati reconditi.
Analogamente Bergoglio …More
Cara signora Alda,
si ricorda il film "Oltre il giardino" di Hal Ashby del 1979 ?

Un magistrale Peter Sellers interpretava la parte del "Giardiniere", un sempliciotto analfabeta che parlava della coltivazione dell'orto e del giardino, ma le cui parole, per una serie di circostanze fortuite venivano interpretate come se avessero avuto dei profondissimi significati reconditi.

Analogamente Bergoglio non dice che banalità e per queste viene ossequiato, complimentato, omaggiato, onorato, riverito , non solo ma egli continua a voler negare che quella in atto sia una guerra di religione che vuole estirpare le radici cristiane dell'Europa (ed a questa guerra partecipa più o meno consapevolmente anche lui, ma dalla parte dei nemici della Chiesa).

Ancor più questo succede quando, oltre alle banalità, proferisce vere e proprie eresie. Ma in questo modo tutti noi peccatori ci sentiamo giustificati, il peccato non esiste più e così via !
E questo è molto gradito a certe categorie di peccatori come i sodomiti, per i quali i cortigiani di Bergoglio sono persino disposti a cambiare il contenuto della bibbia: Nunzio Galantino modifica anche la Bibbia , pur di essere dalla parte dei sodomiti !

Ma con Bergoglio le cose non sono mai così semplici; se da un lato sostiene l'apocatastasi (eresia condannata nel concilio di Costantinopoli del 553), dall'altro egli ritiene di essere destinato all'inferno:
Ricevere una telefonata da Bergoglio, per sentirsi augurare l’Inferno…(audio e video)

Inoltre il "diversamente papa" da par suo dà una interpretazione marxista della situazione attuale : i conflitti per lui (come per Carlo Marx) hanno sempre una ragione economica.

È pure favorevole "all'esproprio proletario" ; si ricorda quando inviò un suo manutengolo (da un lato principe della Chiesa, dall'altro elettricista) a manomettere un contatore dell'Enel per consentire ad occupanti abusivi di un immobile di proprietà pubblica di continuare a rubare la corrente elettrica?

Alcuni ritengono che l'attuale epidemia sia un castigo del Signore, io ritengo, invece che un castigo ben peggiore sia stato quello di aver permesso ad un personaggio simile di sedere sulla cattedra che fu di San Pietro, non dobbiamo infatti temere chi ci insidia i beni temporali, ma chi, con i suoi insegnamenti ci può condurre alla perdizione: come diceva don Bosco: " «Da mihi animas, caetera tolle».

Cari saluti.
alda luisa corsini
Caro Franco, sì, ho visto quel film, godibilissimo peraltro, e ritengo che il suo sia un paragone molto calzante. La banalità (lui non ha rivali in effetti in questo campo) fa da apripista, da grimaldello e così l'eresia si fa strada. Capito tutto...e grazie!
lamprotes
"Nelle vene di Gesù scorre sangue pagano" è tratta da una omelia del settembre 2017 (se non erro) in un viaggio fatto da Bergoglio in Colombia. La frase è così chiara da far veramente supporre che per questo strano "papa" Cristo non sia nato dallo Spirito Santo e da Maria Vergine ma che, appoggiandosi alla Genealogia da san Giuseppe in su in modo reale, effettivo, materiale si direbbe, Cristo si …More
"Nelle vene di Gesù scorre sangue pagano" è tratta da una omelia del settembre 2017 (se non erro) in un viaggio fatto da Bergoglio in Colombia. La frase è così chiara da far veramente supporre che per questo strano "papa" Cristo non sia nato dallo Spirito Santo e da Maria Vergine ma che, appoggiandosi alla Genealogia da san Giuseppe in su in modo reale, effettivo, materiale si direbbe, Cristo si è "mescolato" con il sangue pagano delle spose di questi avi. E' sicuramente eresia pura. Se i cardinali e chi potrebbe deporlo non fanno nulla, vuol dire che ben forti sono le influenze di chi, oggidì, sottomette ed oscura satanicamente il Vaticano e attraverso di lui la Chiesa intera. (Vedi link: www.vatican.va/…/papa-francesco_… )
Veritasanteomnia
@lamprotes Non erra affatto, era a Villavicencio, ho scaricato l'omelia dal sito del Vaticano perché potrebbero cercare di cancellare le prove. Davvero la maggior parte di Vescovi e Cardinali sono collusi con il potere satanico-massonico. Basterebbe anche la minoranza a scardinare il sistema ma la minoranza innocente è colpevolmente addormentata e continua a chiamarlo Santità...
lamprotes
Questo prova indubitabilmente che per Bergoglio Cristo non è Dio (lo avrebbe confidato pure a Scalfari, secondo quest'ultimo) e non è nato per opera dello Spirito Santo, ma da semplice seme umano. Dunque, essendo un semplice profeta, è alla pari di Maometto per cui Bergoglio, coerentemente, non teme di appoggiare e aiutare l'Islam! Si converrà che qui siamo nell'apostasia pura, seppur ambiguamente …More
Questo prova indubitabilmente che per Bergoglio Cristo non è Dio (lo avrebbe confidato pure a Scalfari, secondo quest'ultimo) e non è nato per opera dello Spirito Santo, ma da semplice seme umano. Dunque, essendo un semplice profeta, è alla pari di Maometto per cui Bergoglio, coerentemente, non teme di appoggiare e aiutare l'Islam! Si converrà che qui siamo nell'apostasia pura, seppur ambiguamente velata, come al solito! Ora: un apostata non è e non sarà MAI un papa!
Angela Polin
Ti dirò di più : volendo approfondire il Motu proprio ultimo di Francesco sul lettorato, ho parlato col mio parroco il quale subito in difendi a mi ha detto:vuoi parlare male del Papa? Non mi sono intimorita e ho proseguito con le mie riflessioni. Non è semplice avere a che fare con parroci nettamente schierati che non si pongono domande e ubbidiscono alla cieca.
Massimo M.I.
Complimenti, per l' articolo
Veritasanteomnia
E che "nelle vene di Gesù scorre sangue pagano" (quello di San Giuseppe, tanto per capirci) ce lo vogliamo scordare? È la peggiore di tutte, l'ha detto a commento del brano Evangelico sulla Genealogia di Gesù. Non mi stancherò di ripeterlo: in un sol colpo ha cercato di demolire la perpetua Verginità di Maria Santissima, la Castità di San Giuseppe e la Figliolanza Divina di Gesù. Basterebbe …More
E che "nelle vene di Gesù scorre sangue pagano" (quello di San Giuseppe, tanto per capirci) ce lo vogliamo scordare? È la peggiore di tutte, l'ha detto a commento del brano Evangelico sulla Genealogia di Gesù. Non mi stancherò di ripeterlo: in un sol colpo ha cercato di demolire la perpetua Verginità di Maria Santissima, la Castità di San Giuseppe e la Figliolanza Divina di Gesù. Basterebbe quest'unica omelia per far capire alla gerarchia che nella migliore delle ipotesi, e sottolineo migliore, può essere al massimo un antipapa miscredente
Tempi di Maria
Grazie per la segnalazione. Si, abominevole
Laura Gafforio shares this
108
Le bestemmie di papa Francesco e la profezia delle tre fontane
Francesco I
Preghiamo affinché Bergoglio si ravveda, rassegni le dimissioni da un incarico superiore alle sue forze ed al suo intelletto, si ritiri in una trappa in cui gli sia concesso, al di fuori delle preghiere , di proferire esclusivamente la proposizione "Memento mori" in luogo delle sue diuturne stoltezze.
Domine, oremus etiam pro conversione indigni famuli tui Francisci!
Massimo M.I.
Messaggio 407 - 17 giugno 1989. Mess. mMadonna a don Stefano Gobbi
"Figli prediletti, comprendete ora il disegno della vostra Mamma Celeste, la Donna vestita di sole, che combatte, con la sua schiera, nella grande lotta contro tutte le forze del male, per ottenere la sua vittoria, nella perfetta glorificazione della Santissima Trinità.
Con Me combattete, piccoli figli, contro il Drago, che cerca …More
Messaggio 407 - 17 giugno 1989. Mess. mMadonna a don Stefano Gobbi
"Figli prediletti, comprendete ora il disegno della vostra Mamma Celeste, la Donna vestita di sole, che combatte, con la sua schiera, nella grande lotta contro tutte le forze del male, per ottenere la sua vittoria, nella perfetta glorificazione della Santissima Trinità.
Con Me combattete, piccoli figli, contro il Drago, che cerca di portare tutta l'umanità contro Dio.
Con Me combattete, piccoli figli, contro la bestia nera, la massoneria, che vuole condurre le anime alla perdizione.
Con Me combattete, piccoli figli, contro la bestia simile a un agnello, la massoneria infiltrata all'interno della vita ecclesiale per distruggere Cristo e la Sua Chiesa.
.........
Parsifal Alberto
Non c'è una risposta alla morte dei bambini. “Io non ho una risposta, credo sia bene che questa domanda rimanga aperta” ha detto il Papa, rispondendo alla domanda di Valentina, infermiera al Bambin Gesù, che gli ha chiesto “perché i bambini muoiono”. “Nemmeno Gesù ha dato una risposta a parole”, ha ricordato Francesco, parlando a braccio, come ha fatto per quasi tutto il botta e risposta con …More
Non c'è una risposta alla morte dei bambini. “Io non ho una risposta, credo sia bene che questa domanda rimanga aperta” ha detto il Papa, rispondendo alla domanda di Valentina, infermiera al Bambin Gesù, che gli ha chiesto “perché i bambini muoiono”. “Nemmeno Gesù ha dato una risposta a parole”, ha ricordato Francesco, parlando a braccio, come ha fatto per quasi tutto il botta e risposta con i rappresentanti dei circa 6mila infermieri presenti oggi in Aula Paolo VI: “Di fronte ad alcuni casi, capitati allora, di innocenti che avevano sofferto in circostanze tragiche, Gesù non fece una predica, un discorso teorico. Si può certamente fare, ma Lui non lo ha fatto. Vivendo in mezzo a noi, non ci ha spiegato perché si soffre. Gesù, invece, ci ha mostrato la via per dare senso anche a questa esperienza umana: non ha spiegato perché si soffre, ma sopportando con amore la sofferenza ci ha mostrato per chi si offre. Non perché, ma per chi”. “Anche questo è teorico”, ha commentato. “Perché i bambini soffrono? Non c’è risposta a questo”, ha ripetuto: “Soltanto guardare il Crocifisso, lasciare che sia lui a dare la risposta. ‘Ma padre, Lei non ha studiato teologia, non ha letto libri?’ Sì, ma guarda il Crocifisso: soffre, piange, questa è la nostra vita. Non voglio vendere ricette che non servono, questa è la realtà”.
Parsifal Alberto
a proposito di confusione o peggio : 2) Mi chiamo Anke de Bernardinis e, come molte persone della nostra comunità, sono sposata con un italiano, che è un cristiano cattolico romano. Viviamo felicemente insieme da molti anni, condividendo gioie e dolori. E quindi ci duole assai l’essere divisi nella fede e non poter partecipare insieme alla Cena del Signore. Che cosa possiamo fare per raggiungere …More
a proposito di confusione o peggio : 2) Mi chiamo Anke de Bernardinis e, come molte persone della nostra comunità, sono sposata con un italiano, che è un cristiano cattolico romano. Viviamo felicemente insieme da molti anni, condividendo gioie e dolori. E quindi ci duole assai l’essere divisi nella fede e non poter partecipare insieme alla Cena del Signore. Che cosa possiamo fare per raggiungere, finalmente, la comunione su questo punto?
Grazie, Signora. Alla domanda sul condividere la Cena del Signore non è facile per me risponderLe, soprattutto davanti a un teologo come il cardinale Kasper! Ho paura! Io penso che il Signore ci ha detto quando ha dato questo mandato: “Fate questo in memoria di me”. E quando condividiamo la Cena del Signore, ricordiamo e imitiamo, facciamo la stessa cosa che ha fatto il Signore Gesù. E la Cena del Signore ci sarà, il banchetto finale nella Nuova Gerusalemme ci sarà, ma questa sarà l’ultima. Invece nel cammino, mi domando - e non so come rispondere, ma la sua domanda la faccio mia - io mi domando: condividere la Cena del Signore è il fine di un cammino o è il viatico per camminare insieme? Lascio la domanda ai teologi, a quelli che capiscono. E’ vero che in un certo senso condividere è dire che non ci sono differenze fra noi, che abbiamo la stessa dottrina – sottolineo la parola, parola difficile da capire – ma io mi domando: ma non abbiamo lo stesso Battesimo? E se abbiamo lo stesso Battesimo dobbiamo camminare insieme. Lei è una testimonianza di un cammino anche profondo perché è un cammino coniugale, un cammino proprio di famiglia, di amore umano e di fede condivisa. Abbiamo lo stesso Battesimo. Quando Lei si sente peccatrice – anche io mi sento tanto peccatore – quando suo marito si sente peccatore, Lei va davanti al Signore e chiede perdono; Suo marito fa lo stesso e va dal sacerdote e chiede l’assoluzione. Sono rimedi per mantenere vivo il Battesimo. Quando voi pregate insieme, quel Battesimo cresce, diventa forte; quando voi insegnate ai vostri figli chi è Gesù, perché è venuto Gesù, cosa ci ha fatto Gesù, fate lo stesso, sia in lingua luterana che in lingua cattolica, ma è lo stesso. La domanda: e la Cena? Ci sono domande alle quali soltanto se uno è sincero con sé stesso e con le poche “luci” teologiche che io ho, si deve rispondere lo stesso, vedete voi. “Questo è il mio Corpo, questo è il mio sangue”, ha detto il Signore, “fate questo in memoria di me”, e questo è un viatico che ci aiuta a camminare. Io ho avuto una grande amicizia con un vescovo episcopaliano, 48enne, sposato, due figli e lui aveva questa inquietudine: la moglie cattolica, i figli cattolici, lui vescovo. Lui accompagnava la domenica sua moglie e i suoi figli alla Messa e poi andava a fare il culto con la sua comunità. Era un passo di partecipazione alla Cena del Signore. Poi lui è andato avanti, il Signore lo ha chiamato, un uomo giusto. Alla sua domanda Le rispondo soltanto con una domanda: come posso fare con mio marito, perché la Cena del Signore mi accompagni nella mia strada? E’ un problema a cui ognuno deve rispondere. Ma mi diceva un pastore amico: “Noi crediamo che il Signore è presente lì. E’ presente. Voi credete che il Signore è presente. E qual è la differenza?” – “Eh, sono le spiegazioni, le interpretazioni…”. La vita è più grande delle spiegazioni e interpretazioni. Sempre fate riferimento al Battesimo: “Una fede, un battesimo, un Signore”, così ci dice Paolo, e di là prendete le conseguenze. Io non oserò mai dare permesso di fare questo perché non è mia competenza. Un Battesimo, un Signore, una fede. Parlate col Signore e andate avanti. Non oso dire di più.
Parsifal Alberto
Jorge M. Bergoglio, 17 maggio 2013, Città in Vaticano: “(…) In particolare in quello dei pani e dei pesci, i quali “non si moltiplicarono” – ha spiegato – ma “semplicemente non finirono, come non finì la farina e l’olio della vedova. Quando uno dice ‘moltiplicare’ può confondersi e credere che faccia una magia… No, semplicemente è la grandezza di Dio e dell’amore che ha messo nel nostro …More
Jorge M. Bergoglio, 17 maggio 2013, Città in Vaticano: “(…) In particolare in quello dei pani e dei pesci, i quali “non si moltiplicarono” – ha spiegato – ma “semplicemente non finirono, come non finì la farina e l’olio della vedova. Quando uno dice ‘moltiplicare’ può confondersi e credere che faccia una magia… No, semplicemente è la grandezza di Dio e dell’amore che ha messo nel nostro cuore, che, se vogliamo, quello che possediamo non termina (…)”.

it.zenit.org/…/papa-francesco-…