it.news
91.1K

Francesco piange di fronte alle telecamere

Francesco ha pianto in modo plateale mentre pregava per la pace in Ucraina l'8 dicembre, durante la visita annuale alla colonna mariana vicino alla …
duxcunctator
Se piangesse pentito per le bestemmie sin qui scagliate verso il Cielo e per il danno fatto alle Anime che ha già spinto all'Inferno...
dove ci sono comunque andate per loro libera scelta...
e per quelle allontanate dai Sacramenti, che scandalizzate da lui hanno ritenuto di mettersi al seguito di una falsa guida e un falso profeta come Minutella, coadiuvato da Cionci:
allora ci sarebbe da sperare …More
Se piangesse pentito per le bestemmie sin qui scagliate verso il Cielo e per il danno fatto alle Anime che ha già spinto all'Inferno...
dove ci sono comunque andate per loro libera scelta...

e per quelle allontanate dai Sacramenti, che scandalizzate da lui hanno ritenuto di mettersi al seguito di una falsa guida e un falso profeta come Minutella, coadiuvato da Cionci:
allora ci sarebbe da sperare, per lui, che quel pentimento fosse sincero e non amaro.
Ma costui non piange per questo bensì per "il popolo ucraino":
ingannato dal suo capo para-nazista e che fa capo comunque a lui, a BERGOGLIO.
Più in alto del quale, nella gerarchia satanica, vi è solo l'Anticristo.
E, mentre piange "per il popolo ucraino" l'orecchio allenato ode distintamente l'atto di accusa verso la Madre di Dio, e quindi verso Dio, per il non aver ancora esaudito la richiesta fattaLe da BERGOGLIO stesso: che pure sa benissimo di NON essere ascoltato da Dio, in nessuna sua richiesta, visto che Ne bestemmia la Madre, oltre che il Figlio, e quindi Ne bestemmia imperdonabilmente lo Spirito.

E infatti costui chiede compulsivamente preghiere per sé, ben sapendo che le sue non salgono al Cielo:
e quindi, ancora una volta, offende e bestemmia Dio visto che implicitamente Gli dà dell'ingannabile, lui che è abituato ad ingannare.
E invece Dio NON Si lascia ingannare.
E, pur non facendo preferenza di persone: sa perfettamente chi è chi.
E chi vuole cosa.
Quindi, le preghiere dei figli ingannati che salgono al Cielo per BERGOGLIO (e molti pregano per la sua conversione, così che possa passare da "Papa inflitto" a "Papa donato" o da "Papa eretico" a "Papa Cattolico"), Dio le "ricicla" come Lui Solo sa e può.
Ma certo nessuna preghiera di un figlio di Dio ingannato può intercedere per chi fa il male sapendo benissimo cosa sta facendo.
E infatti la Richiesta di Gesù sulla Croce ("Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno") NON comprendeva Caifa, Anna e tutti gli altri Capi Ebrei che sapevano benissimo cosa stavano facendo.
E, se lo sapevano loro: a maggior ragione lo sa BERGOGLIO.
E a maggior ragione lo sa l'Anticristo: che esercita la potestà della Bestia in sua presenza
N.S.dellaGuardia
Chiagn'e...
warrengrubert
... e fotte!
Giosuè
False crisi, false guerre, perché la Chiesa non dice le cose con verità? I politici lo sappiamo: molti mentono spudoratamente e alcuni per mostrare le loro buone intenzioni sanno pure piangere, per farci fare i sacrifici o digerire le loro fregature:
Roma - Le lacrime del Ministro del Welfare Elsa Fornero
Giorgio Tonini
Nella memoria collettiva, di questa cerimonia dell’8 dicembre (che avrebbe dovuto avere per protagonista esclusivamente la Madonna), rimarrà solo l’immagine massmediaticamente trasmessa di un grande papa buono e umile, vicino al popolo, il quale non ha saputo trattenere un pianto di dolore e commozione per le vittime della guerra Ucraina.
Francesco I
Purtroppo conosciamo troppo bene Bergoglio e non ci emozionano più per le sue Lacrime di coccodrillo-
N.S.dellaGuardia
Sempre lo strisciante rimprovero risentimento nei confronti di Dio, quasi che la guerra sia un problema Suo e che Lui deve risolvere (con inclusa la "mancata" intercessione di Maria Santissima).
Ricorda purtroppo quella triste e avvilente "cerimonia" per impetrare o lucrare la fine della "pandemia".
In realtà sembra più la tristezza di uno che per anni ha trovato la scusa per non celebrare nessuna …More
Sempre lo strisciante rimprovero risentimento nei confronti di Dio, quasi che la guerra sia un problema Suo e che Lui deve risolvere (con inclusa la "mancata" intercessione di Maria Santissima).
Ricorda purtroppo quella triste e avvilente "cerimonia" per impetrare o lucrare la fine della "pandemia".
In realtà sembra più la tristezza di uno che per anni ha trovato la scusa per non celebrare nessuna festa mariana, ed ora non trovandone è costretto a presenziare...
La Verità vi farà liberi
Derubrica ogni peccato con Amoris Laetitia, minando alla base le fondamenta stesse della Fede e della Morale, venera in mondovisione un Demone nella Basilica di San Pietro, cambia e perverte le stesse parole di Cristo nel Padre Nostro, mettendosi così al posto di Dio (lo stesso fece il Serpente nel Giardino), permette e incentiva un Sinodo che nega ogni proposizione di Fede Cattolica, apre …More
Derubrica ogni peccato con Amoris Laetitia, minando alla base le fondamenta stesse della Fede e della Morale, venera in mondovisione un Demone nella Basilica di San Pietro, cambia e perverte le stesse parole di Cristo nel Padre Nostro, mettendosi così al posto di Dio (lo stesso fece il Serpente nel Giardino), permette e incentiva un Sinodo che nega ogni proposizione di Fede Cattolica, apre all'omossessualità, e, mediante la PAV, di fatto, apre anche ad aborto ed eutanasia, impone un siero sperimentale inutile e dannoso, ottenuto mediante utilizzo di feti appositamente abortiti, relativizza la Croce di Cristo, offende la Madonna, annienta la vita contemplativa e azzera fiorentissimi ordini religiosi rei di essere troppo fedeli a Cristo, cancella la Liturgia, non prega mai il Rosario, non si inginocchia davanti al Corpo di Cristo, in sostanza, fa di tutto per aprire le porte dell'Inferno ai figli dell'Altissimo, poi, rigorosamente a favore di telecamera, piange...
Giosuè
Purtroppo la propaganda è ciò che importa. La politica atea ha dalla sua professori universitari, professori nelle scuole statali che indottrinano i ragazzi nelle conferenze di Don Ciotti, del pro-Ucraina, e chi più ne ha, ne metta