ilsantorosario
ilsantorosario
102
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Le quindici Regine delle Virtù. - QUARTO SERMONE DI S. DOMENICO - “Cantate al Signor…More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Le quindici Regine delle Virtù.
- QUARTO SERMONE DI S. DOMENICO
- “Cantate al Signore un Cantico Nuovo, perché ha compiuto meraviglie” (dal Salmo 97).
III. LA REGINA GIOIA CELESTE

"Ella gioisce di stare al servizio di Dio
quale dispensatrice dei Frutti dello Spirito Santo. I. La Dimora di questa Regina è: “In Coelis” (Nei Cieli): la Gioia dimora nel Puro Amore Spirituale. Infatti: “la nostra Dimora è nei Cieli!” (San Paolo), e: “quando il nostro cuore riposa felice nelle opere di Dio, già sulla terra vive come se stesse in Cielo” (San Girolamo). La Bellezza (della Regina Gioia Celeste) era paradisiaca: se tutti gli artisti scolpissero la statua più incantevole, in verità non si avvicinerebbero neppure lontanamente alla sua magnificenza. 1. Difatti: “nessuna maestria supera la natura, può solo imitarla” (Averroè). Il Creatore della Natura è pure l’Artefice della Gioia. 2. …More
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Le quindici Regine delle Virtù. - QUARTO SERMONE DI S. DOMENICO “Cantate al Signore …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Le quindici Regine delle Virtù.
- QUARTO SERMONE DI S. DOMENICO
“Cantate al Signore un Cantico Nuovo, perché ha compiuto meraviglie” (dal Salmo 97).

"Regnanti, Principi e fedeli del Popolo,
ascoltatori amatissimi, il Sermone che vi
propongo nell’odierna Solennità del Santissimo Corpo di Cristo, è la spiegazione del Salmo di Davide che ho letto. Il tema pare esulare dalla Festa odierna, e sembra perciò fuori luogo: in qualcuno forse susciterà stupore. Avete oggi ben compreso e conosciuto attentamente le Realtà del Cielo che il Nostro Signore Gesù Cristo si è degnato di rivelarvi nella Santissima Eucaristia. Oggi avete visto con i vostri occhi un eccelso incanto, lo stupore ineffabile del Nuovo Testamento: lo avete visto con gli occhi dell’anima, e per questo lo credete profondamente. Avete visto nella visione il Redentore del mondo Gesù Cristo, Figlio di Maria, Vergine …More
ilsantorosario
"E’ bene portare il Rosario appeso alla cinta, per lodare con il massimo onore ed amarli con tutto il cuore. Se appendete (il Rosario alla cintura), …More
"E’ bene portare il Rosario appeso alla cinta, per lodare con il massimo onore ed amarli con tutto il cuore. Se appendete (il Rosario alla cintura), voi portate il Sigillo: 1. Regale (di Dio Padre); 2. Imperiale (di Cristo Gesù); 3. Celestiale e Divino (dello Spirito Santo): ovvero il Sigillo della Santissima Trinità, (il Sigillo) del Nuovo Testamento."
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Le quindici Regine delle Virtù. - Visione del Popolo di …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Le quindici Regine delle Virtù.
- Visione del Popolo di Bretagna, che San Domenico rivelò al Novello Sposo di Maria.

"Il Rosario, che è il Salterio della
Santissima Trinità, abbellisce il mondo dei
Tesori delle Grazie e dei Prodigi, e decora
anzitutto la Chiesa di Rose e di Gigli di Primavera. San Gerolamo distingue le Grazie in tre parti: Moralità, teologiche e Soprannaturali. Esse hanno la loro ragion d’essere nell’Incarnazione del Cristo: è a partire da Lui che le distinzioni sono state concepite. (Ed è per Lui) che esse non avranno mai fine, avendo esse (in se stesse) la medesima potenza della Sua Parola: e, coloro che pregheranno queste parole di vita, conseguiranno anche i Beni contenuti in (queste) preghiere. Quelle parole (di vita), infatti, sono contenute in due preghiere, o formule, con le quali si prega e si adora Dio, ovvero il Pater …More
ilsantorosario
"...Ed ecco che al momento dell’elevazione, quando (l’Ostia) era sollevata in alto per l’adorazione, e gli occhi di tutti i fedeli erano fissi in …More
"...Ed ecco che al momento dell’elevazione, quando (l’Ostia) era sollevata in alto per l’adorazione, e gli occhi di tutti i fedeli erano fissi in adorazione dell’Ostia tre volte Santissima: ed ecco, che tutti videro con i loro occhi, tra le mani del Sacerdote, il Signore Gesù, Salvatore del mondo, non già velato dalle specie del pane, ma come un Bambinello di tenera età, che la Madre di Dio pudicamente allattava al Suo Seno... E, allo stesso tempo, nella medesima visione contemplavano in una luce superiore allo splendore del sole, la Donna vestita di sole e coronata di dodici stelle, quale la vide nell’Apocalisse San Giovanni..."
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (7°e ultima parte)

- NOTA
ESAME TEOLOGICO E SPIEGAZIONE DELLA VISIONE.

"XVI. Domandate: In che modo mai
poterono essere viste queste cose, dal
momento che nessuna Belva si trova nell’Inferno? Rispondo: Perché investigate su ciò che avete visto? Questi principali demoni dell’Inferno, appaiono così alle anime da tormentare, ora con una visione della mente, altre volte (con una visione) legata all’immaginazione, altre volte nelle sembianze che sono state da loro assunte. I demoni, tuttavia, per Divina Potenza, sono vincolati in tale aspetto corporeo, sia perché alla sola vista le anime sono assai tormentate, sia perché gli stessi demoni, con quella costrizione delle (sembianze) assunte, soffrano più crudelmente per l’eternità; infine perchè le anime, con cui peccarono, …
More
ilsantorosario
"... come umanamente non possono essere comprese le cose, che Dio ha preparato per coloro che lo amano, così nemmeno, le cose che Dio ha preparato …More
"... come umanamente non possono essere comprese le cose, che Dio ha preparato per coloro che lo amano, così nemmeno, le cose che Dio ha preparato per coloro che lo odiano. Solo colui che le riceve, lo sa..."
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (6°parte)
- TERZA CINQUANTINA

- LA QUATTORDICESIMA BELVA INFERNALE
E’ IL MOSTRO DELLA GUERRA.

"La guerra, dice San Massimo è
completamente male: da essa nessun peccato è lontano; chi desidera la guerra, mette in serio rischio la vita: nella guerra non c’è alcun scampo. 1. Si oppone ad essa, (la quattordicesima) Sorgente dell’Ave Maria, è “Iesus (Gesù)”, che è il Re della Pace: a Pietro che lo voleva difendere, Egli disse: “Rimetti la tua spada nel fodero. Infatti chiunque avrà ucciso con la spada, perirà di spada”. Dove un commento dice: (si può perire di spada) non solo in questa vita ma anche con la condanna all’inferno, e a volte entrambe le cose (capitano insieme). Maria diede al mondo la Fonte d’Acqua (viva di Gesù). Scrive Sant’Agostino, che (Maria) ha gener…
More
ilsantorosario
LA QUATTORDICESIMA BELVA INFERNALE E’ IL MOSTRO DELLA GUERRA... LA QUINDICESIMA BELVA INFERNALE E' IL DRAGO DELL’EMPIETA’.More
LA QUATTORDICESIMA BELVA INFERNALE E’ IL MOSTRO DELLA GUERRA... LA QUINDICESIMA BELVA INFERNALE E' IL DRAGO DELL’EMPIETA’.
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (5°parte)
- TERZA CINQUANTINA

L’UNDICESIMA BELVA DELL’ABISSO E’
L’UNICORNO DELL’ODIO.

Esso odia Dio, in Essenza, Potenza e
Provvidenza; odia la Fede, e i Sacramenti e ogni opera di Dio. Coloro che odiano Dio reputano infima ogni Opera Divina, e quasi mai ricorrono (a Dio), avendo un amore acceso solo verso le cose che passano e verso se stessi. Questo peccato è tanto infinitamente perverso, quanto sommamente Buono è Dio, che Egli odia in Essenza e in Opere. 1. Si oppone ad essa, (l’undicesima) Sorgente d’Amore, che nell’Ave Maria corrisponde alla parola: “Fructus (Il Frutto)”. Infatti, tra i frutti dello Spirito Santo, il primo che sgorga da Esso, è la Carità, che la Madre di Dio diede insieme al Frutto del Suo Seno. 2. L’immane crudeltà e smisuratezza dell’odio è …
More
ilsantorosario
L’UNDICESIMA BELVA DELL’ABISSO E’ L’UNICORNO DELL’ODIO... LA DODICESIMA BELVA INFERNALE E’ IL CORVO DELL’IMPENITENZA... LA TREDICESIMA …More
L’UNDICESIMA BELVA DELL’ABISSO E’ L’UNICORNO DELL’ODIO... LA DODICESIMA BELVA INFERNALE E’ IL CORVO DELL’IMPENITENZA... LA TREDICESIMA BELVA INFERNALE E’ LA MERETRICE DELL’APOSTASIA.
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (4°parte)

- SECONDA CINQUANTINA
LA NONA BELVA INFERNALE
E’ LA BALENA DELLA DISPERAZIONE.

"Essa, nel mondo che ha escluso Dio, si
diletta come può, tra le illusorie consolazioni del mondo. 1. Si oppone ad essa, (la nona) Sorgente, la Speranza del Bene, che zampilla (nella nona) parola dell’Ave Maria: “In mulieribus (Tra le donne)”. Scrive San Girolamo che “Maria SS. è la Genitrice della Speranza”. Ella, quando (Cristo, alle Nozze di Cana) le chiese di soprassedere 234 : “O Donna, la cosa non è di nostra competenza: non ancora, ecc.”, non abbandonò la speranza, anzi rimase ancor più sicura nell’aspettativa, raccomandando ai servi: “Fate quello che vi dirà”. 2. Uccide così tanto, invece, la mancanza di speranza, che se tutti gli uomini del mondo fossero uccisi in una sola …
More
ilsantorosario
LA NONA BELVA INFERNALE E’ LA BALENA DELLA DISPERAZIONE... LA DECIMA BESTIA INFERNALE E’ IL GRIFONE DELLA PRESUNZIONE.More
LA NONA BELVA INFERNALE E’ LA BALENA DELLA DISPERAZIONE... LA DECIMA BESTIA INFERNALE E’ IL GRIFONE DELLA PRESUNZIONE.
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (3°parte)

- SECONDA CINQUANTINA
LA SESTA BELVA INFERNALE E’ IL LUPO
DELLA GOLA.

"(Tale Belva) è famelica e vorace.
1. Si oppone ad essa, la (sesta) Sorgente di Grazia (che corrisponde alla sesta) parola dell’Ave Maria: “Tecum (con Te)”. Giacchè il Signore sta con i temperanti, scrive Sant’Ambrogio, il diavolo sta con i golosi. E’ la Beata Vergine Maria che ha meritato, per la Sua integrità di essere la Regina dei temperanti. Quanto grande è il Bene della Temperanza, altrettanto grande è la bestialità della Gola. Se Dio le permettesse di esistere in natura in una forma corporea, da sola, distruggerebbe e divorerebbe tutte le cose animate ed inanimate, e potrebbe anche inghiottire il mondo stesso. In questa voragine (della Gola), ahimè!, quante volte anche voi, accogliendo…
More
ilsantorosario
SECONDA CINQUANTINA - LA SESTA BELVA INFERNALE E’ IL LUPO DELLA GOLA... LA SETTIMA BESTIA INFERNALE E’ IL CAPRO DELLA LUSSURIA... L’OTTAVA …More
SECONDA CINQUANTINA -
LA SESTA BELVA INFERNALE E’ IL LUPO DELLA GOLA... LA SETTIMA BESTIA INFERNALE E’ IL CAPRO DELLA LUSSURIA... L’OTTAVA BELVA INFERNALE E’ L’ORSO DELL’INCREDULITA’.
MESE MARIANO -Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
-Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (2°parte)

LA QUARTA BELVA DELL’INFERNO E’ IL
SERPENTE DELL’IRA.

Per essa, molti nutrono innumerevoli
rancori, si affannano in risse, ingiurie e
vendette. 1. Si oppone ad essa, la (quarta) Sorgente della Pazienza, che corrisponde alla quarta parola dell’Ave Maria: “Plena”. Infatti, scrive a ragione San Gregorio, il completamento delle virtù è la Pazienza, che porta a perfezione ogni opera: essa per dignità, non è di molto inferiore al martirio. Maria SS. l’ha praticata nel nascondimento durante tutta la Vita, e poi, in maniera esemplare, durante la Passione del Figlio. 2. Il Fuoco di questa Belva infernale è così ardente, che se uno su questa terra sopravvivesse, dopo aver veduto una minima fiamma dell’ira, sarebbe un miracolo maggiore, che, se tutto il mondo va in fiamme, …
More
ilsantorosario
LA QUARTA BELVA DELL’INFERNO E’ IL SERPENTE DELL’IRA.... LA QUINTA BESTIA DELL’INFERNO E’ IL ROSPO DELL’AVARIZIA...More
LA QUARTA BELVA DELL’INFERNO E’ IL SERPENTE DELL’IRA.... LA QUINTA BESTIA DELL’INFERNO E’ IL ROSPO DELL’AVARIZIA...
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Terzo Sermone di San Domenico: Visione comprovata delle 15 Perverse Bestie degli Abissi dell’Inferno. (1°parte)

"Il Salmo 150 afferma: Lodate Dio nel
Salterio, ecc.: O Figli di Dio, proprio voi, che
per lungo tempo eravate, ahimè, figli del
diavolo, come ipnotizzati dalla sua falsa
luce, ora siete Soldati (di Dio). Se pur volontariamente siete caduti nei tranelli del demonio, rimanete Figli di Dio, da Lui creati e redenti. Ascoltatemi ora, per favore: voi, per obbedienza al vostro Principe, recitavate già ogni giorno il Rosario della Vergine Madre di Dio; io sono stato inviato a voi dalla Santissima Trinità e da Maria SS, per insegnarvi a recitare il Rosario, per essere liberati da ogni male. Sappiate anzitutto questo: sono 15 i più grandi mali, ai quali, finora, siete stati asserviti. Ma ora, per misericordia di Dio, mediante il Rosario di Maria, vi siete staccati da essi, e …
More
Kiakiar
Grazie, brano bellissimo , da meditare!
ilsantorosario
LA PRIMA BELVA DELL’INFERNO: IL LEONE DELLA SUPERBIA. ... LA SECONDA BELVA DELL’INFERNO E’ IL CERBERO DELL’INVIDIA. ... LA TERZA BELVA DELL’…More
LA PRIMA BELVA DELL’INFERNO: IL LEONE DELLA SUPERBIA. ... LA SECONDA BELVA DELL’INFERNO E’ IL CERBERO DELL’INVIDIA. ... LA TERZA BELVA DELL’INFERNO E’ IL MAIALE DELL’ACCIDIA.
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Maria SS. rivela al (Novello) Sposo, che il Rosario salva dalle Streghe. (2° parte) “Prop…More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Maria SS. rivela al (Novello) Sposo, che il Rosario salva dalle Streghe. (2° parte)

“Proprio come le cose erano state
preannunciate e prestabilite, così si
presentarono a San Domenico gli eventi.
1. Egli intraprese il viaggio insieme ai
confratelli, quand’ecco, appena giunto nei pressi del Castello (non ardisco chiamare per nome il luogo, solo per riguardo agli abitanti attuali, perchè si dispiacerebbero di essersi ricoperti di tale marchio infamante; altrimenti sembrerebbe che anche oggi, ivi, si commettano tali nefandezze), mentre stavano nei pressi (del Castello), essi, fatta una sortita, li presero. Ed ecco, la Madre di Dio, per la seconda volta apparve a San Domenico (egli era l’unico che la vedeva), dicendo: “Ecco, Io ti mando da gente peccatrice: sono, infatti, più di trent’anni che essi non confessano ed espiano i loro peccati, né vanno mai alla Santa Messa. Essi sono …
More
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Maria SS. rivela al (Novello) Sposo, che il Rosario salva dalle Streghe. (1° parte) I. …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe: I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Maria SS. rivela al (Novello) Sposo, che il Rosario salva dalle Streghe. (1° parte)

I. Viene tramandata una storia, che la
Beatissima Vergine Maria si è degnata,
incredibilmente, di rivelare al Suo Devoto
Novello Sposo.
1. Maria, la Sposa di Dio, parlò così: “Mio caro (Novello) Sposo, San Domenico, dopo essere stato a Roma, partì in viaggio alla volta di Parigi, attraversando la Germania, e, al suo seguito aveva altri sei Fratelli dell’Ordine; e, percorrendo ogni dove, soleva fare raduni ed adunanze di popolo, in particolare, nei monasteri e nei conventi. E, sebbene nella predicazione nei territori stranieri, si servisse per lo più di un interprete, tuttavia, anche quando parlava spagnolo, veniva compreso perfettamente da quelli che ne ignoravano la lingua, proprio come se parlasse la loro lingua nazionale. 2. Aveva infatti ricevuto uno speciale dono di grazia di Dio, quello …
More
MESE MARIANO - Beato Alano della Rupe - I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE - Secondo Sermone di San Domenico (Tema. Lc. 1.) "Entrando, l’Angelo le disse: Ave, Piena …More
MESE MARIANO
- Beato Alano della Rupe - I SERMONI DI SAN DOMENICO RIVELATI AL BEATO ALANO DELLA RUPE
- Secondo Sermone di San Domenico (Tema. Lc. 1.)
"Entrando, l’Angelo le disse: Ave, Piena di Grazia, il Signore è con Te, Tu sei Benedetta tra le donne, ecc."

Prima Cinquantina del Rosario.
II. “Cristianissimi auditori, esimi
Maestri. In questa (Chiesa), le vostre
eruditissime orecchie sono abituate (ad ascoltare) ricercati ed elaboratissimi discorsi. Ma io vi parlo ora, non con le parole dotte dell’umana sapienza, ma nella manifestazione dello Spirito e della sua Potenza. Ascoltatemi, vi prego, con cristiano ossequio”. 1. “Se voi doveste percorrere una terra piena di pericoli, non desiderereste qualcuno che vi guidi sani e salvi? E questo aspetto lo giudichereste di così poco conto? Certamente, tutti voi assentirete insieme con me, su questa cosa. Ma, siamo noi che viviamo in mezzo ai nemici, e l’Ave Maria è il segno della salvezza. Non è forse l’Ave, l’assoluzione delle colpe…
More
N.S.dellaGuardia
Avanti con Maria!
La Santa Tradizione della Chiesa Cattolica ha da sempre dedicato il Mese di Maggio alla Devozione alla Madonna con la preghiera del Santo Rosario. A tal proposito,ogni giorno pubblicheremo una medita…More
La Santa Tradizione della Chiesa Cattolica ha da sempre dedicato il Mese di Maggio alla Devozione alla Madonna con la preghiera del Santo Rosario.
A tal proposito,ogni giorno pubblicheremo una meditazione tratta dall'Opera del Beato Alano della Rupe.
Uniamoci tutti insieme nella Preghiera Prodigiosa del S.Rosario,esortati dalle Parole del B.Alano con le quali Auguriamo a tutti un Buon Mese di Maria SS.ma!
- LE 15 PROMESSE DELLA MADONNA DEL SS.ROSARIO A SAN DOMENICO E AL BEATO ALANO DELLA RUPE

- "1. Io (Maria), prometto la mia speciale Protezione e grandissime Grazie, a chi recitera' devotamente il Mio Rosario.
2. Io (Maria), prometto Grazie speciali, a chi perseverera' nel Mio Rosario.
3. Il Rosario sara' un'Arma potentissima contro l'Inferno: distruggera' i vizi, liberera' dai peccati, dissipera' le eresie.
4. ll Rosario fara' fiorire le virtu' e le opere buone, e otterra' alle anime, le piu' abbondanti misericordie divine; (il Rosario) sostituira' nei cuori, l'Amore di …
More
ilsantorosario
193
CONCLUSIONE DEL MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO. - Beato Alano della Rupe: - San Domenico rivela al (Beato Alano), Novello Sposo (di Maria), un Sermone che la Madre di Dio, un tempo, rivelò a lui.…More
CONCLUSIONE DEL MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO.
- Beato Alano della Rupe:
- San Domenico rivela al (Beato Alano), Novello Sposo (di Maria), un Sermone che la Madre di Dio, un tempo, rivelò a lui.

- I. S. Domenico si compiacque di
rivelare quanto segue, ad un Religioso
Domenicano, Novello Sposo di Maria, che a
lui si raccomandava e lo invocava.
STORIA 1. San Domenico, apparendo all’improvviso (al Beato Alano), disse: “Fratello, nella predicazione sii giudizioso, e fai molta attenzione a non andare in cerca della lode umana e della vanagloria; segui, invece, instancabilmente la salvezza delle anime. Voglio svelarti ciò che, una volta, mi capitò quando vivevo a Parigi: lì, la Chiesa Maggiore e Metropolitana, è dedicata e intitolata ad Onore di Maria, Madre di Dio e Vergine Immacolata. Un giorno, chiamato a predicare in questa Chiesa, mi ero preparato con accurata erudizione. Tuttavia, esso mi lasciava insoddisfatto, e ogni argomento trattato mi sembrava vanità, e vi era un gran …
More
ilsantorosario
1170
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - Primo Sermone sul Pater Noster, che Gesù Cristo, a Tolosa, rivelò a San Domenico, e, successivamente, al Novello Sposo di Maria. (I° parte)…More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO
- Beato Alano della Rupe:
- Primo Sermone sul Pater Noster, che Gesù Cristo, a Tolosa, rivelò a San Domenico, e, successivamente, al Novello Sposo di Maria. (I° parte)

- I. Il Rosario, Salterio della SS. Trinità,
dona la Sapienza a coloro che lo amano, e,
amandolo, lodano lo Sposo e la Sposa nel
Loro Cantico di Giubilo.
Per questo, San Girolamo scrisse: “Rifulse nei nostri cuori la grande Bontà di Dio, quando la divina Maestà venne ad abitare nel Seno Verginale (di Maria). Nel Bambino, (l’Umanità e) la Divinità erano legate indivisibilmente, e, in quel Natale, apparve la Trinità”. (Gesù) fu concepito mediante l’Ave Maria, e nella predicazione insegnava a pregare non mediante le preghiere del Profeta (Davide), ma mediante il Pater Noster. Per questo, tutti devono avere in santa venerazione le preghiere del Pater Noster e dell’Ave Maria, e devono recitarle con perseveranza, affinché, tra gli oscuri pericoli delle tenebre, si scorgano le vie di Dio. Tutto …
More
ilsantorosario
"... (Gesù) fu concepito mediante l’Ave Maria, e nella predicazione insegnava a pregare non mediante le preghiere del Profeta (Davide), ma mediante …More
"... (Gesù) fu concepito mediante l’Ave Maria, e nella predicazione insegnava a pregare non mediante le preghiere del Profeta (Davide), ma mediante il Pater Noster. Per questo, tutti devono avere in santa venerazione le preghiere del Pater Noster e dell’Ave Maria, e devono recitarle con perseveranza, affinché, tra gli oscuri pericoli delle tenebre, si scorgano le vie di Dio.
Tutto il mondo, infatti, è sottomesso al maligno..."
ilsantorosario
1132
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - STATUTO DELLA CONFRATERNITA, RIVELATO AL NOVELLO SPOSO. - V. “Ora, anche tu, Mio Novello Sposo e figlio di così grande Padre, ascolta …More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO
- Beato Alano della Rupe:
- STATUTO DELLA CONFRATERNITA, RIVELATO AL NOVELLO SPOSO.
- V. “Ora, anche tu, Mio Novello Sposo e
figlio di così grande Padre, ascolta
l’insegnamento di tua Madre.

1. Dopo che il mio Sposo Domenico si
fu addormentato, imperversò per il mondo la peste assai terribile della bramosia e dell’indolenza, ancor più furiose di prima, che si impadronirono sia del Clero, che del popolo: furono esse a mandare in rovina, a poco a poco, il Rosario, la Confraternita e l’Iscrizione dei Confratelli. 2. Ciò nonostante, persistono ancora, sparse qua e là lungo la Spagna e l’Italia, le prime vestigia e fondamenta (delle antiche Confraternite), scritte su tavole, su pareti, e persino impresse sugli stessi vetri, a memoria per la posterità. 3. E quel che è più grande, è che l’Ordine di San Domenico, detto della Penitenza, cominciò ad esistere, proprio a partire da tali origini. 4. Tutti i Fratelli e le Sorelle del suo Ordine, infatti, secon…
More
ilsantorosario
"...Stiano attenti coloro che priveranno Me ed il Figlio Mio dell’Onore del Rosario. Provino a rialzarsi, grazie a Me, che sono la Regina Amorevole, …More
"...Stiano attenti coloro che priveranno Me ed il Figlio Mio dell’Onore del Rosario.
Provino a rialzarsi, grazie a Me, che sono la Regina Amorevole, Misericordiosa e dei Domenicani, e ritornino al più presto e più devotamente ai Rosari dei Padri e delle Suore d’un tempo."
ilsantorosario
1210
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - FRUTTI DELLA CONFRATERNITA DEL ROSARIO. - IV. “Inoltre, carissimo Domenico, ti stia massimamente a cuore quella Fraternità, e tutti ne …More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO
- Beato Alano della Rupe:
- FRUTTI DELLA CONFRATERNITA DEL ROSARIO.

- IV. “Inoltre, carissimo Domenico, ti stia
massimamente a cuore quella Fraternità, e
tutti ne riconoscano apertamente gli
straordinari Frutti: ti manifesto alcuni di
essi”. Primo Salterio: Prima Cinquantina. “1. Essere immune dalla colpa dell’avarizia, della simonia e del sacrilegio. 2. La presenza dei Santi. 3. La pace nei Regni, nelle Repubbliche, nelle Città, nelle Ville. 4. La partecipazione alle preghiere, riuniti tutti insieme, intorno a Cristo e a Me. 5. Il perdono delle offese e la riconciliazione. 6. L’elemosina. 7. Il giusto consiglio al prossimo. 8. La correzione fraterna. 9. La purezza delle coscienze. 10. L’indulgenza plenaria dei peccati, per la Comunione (dei meriti)”. Seconda Cinquantina. “11. La liberazione delle anime del Purgatorio. 12. Una vita più Angelica e Cristiana. 13. L’irrobustimento della speranza, grazie alle speciali preghiere dei moltissimi (membri …
More
ilsantorosario
“... 1. Essere immune dalla colpa dell’avarizia, della simonia e del sacrilegio. "2. La presenza dei Santi. “11. La liberazione delle anime del …More
“... 1. Essere immune dalla colpa dell’avarizia, della simonia e del sacrilegio. "2. La presenza dei Santi. “11. La liberazione delle anime del Purgatorio. "15. La consolazione degli afflitti”. "19. La fortezza contro le tentazioni. " 24. La protezione da una mala morte. "
"... Queste, e moltissime altre cose, ho rivelato al mio Sposo Domenico”.
ilsantorosario
1197
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - STATUTI DELLA CONFRATERNITA DEL ROSARIO. - III. Subito dopo, la Regina del Rosario e Patrona della Confraternita, la definì con sicuri …More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO
- Beato Alano della Rupe:
- STATUTI DELLA CONFRATERNITA DEL ROSARIO.

- III. Subito dopo, la Regina del Rosario
e Patrona della Confraternita, la definì con
sicuri termini normativi, ed Ella volle che
essi fossero stabili e perenni.
Così li dettò a San Domenico, rivelandoli proprio in questa forma: I. “Questa mia Confraternita del Rosario, deve essere fondata nel nome di Gesù Cristo e di Maria Vergine. Inoltre, i Fratelli e le Sorelle possono essere tutti, da ogni stato della Chiesa, ed osserveranno i riti indicati, ossia gli Statuti: dichiarino, per prima cosa, che persevereranno in questa Fraternità, e, nello stesso momento, diano il (loro) nome, da iscriversi nel Registro. E questi nomi, come anche quelli dei defunti, saranno letti pubblicamente una volta l’anno”. II. “Il principio di questa Confraternita è, che tutti i pii meriti personali e comunitari, siano in comune ad ogni (membro) e a tutti (gli iscritti alla Confraternita)”. III. “Queste …
More
ilsantorosario
“Null’altro mi è più gradito di queste cose, dopo il Sacrificio tre volte Santissimo della Messa. I Rosarianti, poi, riceveranno certamente l’aiuto …More
“Null’altro mi è più gradito di queste cose, dopo il Sacrificio tre volte Santissimo della Messa. I Rosarianti, poi, riceveranno certamente l’aiuto del Figlio (Mio) e la Mia Protezione. Io per essi sarò Madre, Maestra e Amica; ed il Mio Figlio sarà, per essi, Padre, Maestro, e Amico specialissimo.
E gradisco che essi credano, sperino e confidino in Me e in Lui”.
ilsantorosario
1189
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO - Beato Alano della Rupe: - Maria SS rivela al (Novello) Sposo la Confraternita (del Rosario): la sua comparsa, gli Statuti, i benefici e il suo ordinamento. - I. Appa…More
MESE DEL SANTISSIMO ROSARIO
- Beato Alano della Rupe:
- Maria SS rivela al (Novello) Sposo la Confraternita (del Rosario): la sua comparsa, gli Statuti, i benefici e il suo ordinamento.

- I. Apparendo, una volta, la Beatissima
Maria al suo Novello Sposo, così diceva. “O
Dolce Sposo, osserva attentamente le cose
incantevoli che ti sto per rivelare: ti
illumineranno e ti saranno di grande aiuto le cose che sto per farti vedere, le quali, un tempo, il giorno dell’Annunciazione del Signore, rivelai, tra grandi prodigi, al Beatissimo Padre tuo, il mio Sposo Domenico. Io, la Madre della Verità, ti manifesterò la Rivelazione che feci al mio diletto Sposo Domenico, affinché tu diffonda e manifesti in tutto il mondo la Confraternita, che porta il Mio Titolo del Rosario, ove, i Confratelli della Confraternita sono stati sempre chiamati, Fratelli di Gesù Cristo e della Vergine Maria, dal momento che essi sono gli Angeli del Rosario”. NARRAZIONE L’origine della Confraternita del Rosario.…
More
ilsantorosario
"Bisogna riconciliarsi con Dio, affinché si pacifichino tutte le cose. Le vostre scelleratezze hanno fatto intervenire la Mano della Giustizia di …More
"Bisogna riconciliarsi con Dio, affinché si pacifichino tutte le cose. Le vostre scelleratezze hanno fatto intervenire la Mano della Giustizia di Dio, è Essa che ha sollevato i mari. Pentitevi con tutto il cuore delle vostre scelleratezze; chiedete perdono a Dio; invocate supplichevoli la Soccorritrice Stella del mare, la Madre di Dio Maria. Abbiate fede: sperimenterete le meraviglie del Signore, che vi soccorrerà nella tempesta”. Parlò invano...
La crudeltà di quei disperati, accrebbe in loro il furore, ed infierirono con ira contro chi gli stava dicendo cose buone. Li oltraggiarono e li irrisero, come se essi vaneggiassero; poi li percossero fortemente con le sferze; e fecero quello che di più grave si poteva compiere contro il sacro: offesero Dio e la Santa dei Santi con feroci bestemmie.
E avvenne così che quegli empi, invece di pentirsi, si macchiassero ancor più nel sacrilegio..."