it.news
141.3K

Francesco contraddice Giovanni Paolo II

Nell'intervista con AmericaMagazine.com, Francesco ha sproloquiato dicendo che un nascituro è "un essere umano" vivente, ma "non dico 'una persona' …
Caterina Greco
Ve lo dico sinceramente: a me di quello che dice Bergoglio non me ne po' importa' de meno! Sono tornata nella Chiesa Cattolica, non nella chiesa massonica, il cui esponente più in vista è Bergoglio. Mi piange il cuore per l'arte, ma se Dio avesse deciso di radere al suolo oltre che la falsa chiesa anche tutte le opere d'arte create nei millenni in possesso ora della massoneria, state certi che …More
Ve lo dico sinceramente: a me di quello che dice Bergoglio non me ne po' importa' de meno! Sono tornata nella Chiesa Cattolica, non nella chiesa massonica, il cui esponente più in vista è Bergoglio. Mi piange il cuore per l'arte, ma se Dio avesse deciso di radere al suolo oltre che la falsa chiesa anche tutte le opere d'arte create nei millenni in possesso ora della massoneria, state certi che sarebbe la soluzione perfetta, lodato sii mio Signore.
E per favore non tiratemi più dentro alle castronerie di Bergoglio.
Silvana Pirazzi
Purtroppo Bergoglio interviene sempre a sproposito su questioni che non riesce a dominare intellettualmente, e pur nelle sue buone intenzioni fa il gioco della parte avversa. Vero che già ai tempi di S. Tommaso non era chiaro quando nel concepito entrasse l'anima che lo avrebbe completato come essere umano. Ma nei tempi funesti di oggi riproporre quell'aporia, su cui si esprime bene anche "Dio è …More
Purtroppo Bergoglio interviene sempre a sproposito su questioni che non riesce a dominare intellettualmente, e pur nelle sue buone intenzioni fa il gioco della parte avversa. Vero che già ai tempi di S. Tommaso non era chiaro quando nel concepito entrasse l'anima che lo avrebbe completato come essere umano. Ma nei tempi funesti di oggi riproporre quell'aporia, su cui si esprime bene anche "Dio è tutto", per giunta in modo filosoficamente tanto rozzo, come ha fatto Bergoglio, presta davvero il fianco ai nemici del Cattolicesimo, aprendo ai rischi elencati nel pezzo sopra. Un buon Papa dovrebbe essere meno sventato.
duxcunctator
@Silvana Pirazzi (p.c. @Simona Barsacchi @Giorgio Tonini @Roberta Paola Federica Trovatelli @Oscar Magnani @Caterina Greco @Angelo Sorlini @Marziale @Teofilatto Dei Leonzi @Diodoro @Maurizio Muscas @Testimone82 @lamprotes @Giosuè @Fernanda Dellucci @N.S.dellaGuardia @martina18 @Oscar Magnani @Olivetanus @Veritasanteomnia @Tina pes @Nicola D.B. @Gli Eletti del Signore @Dio è tutto @LiberaNosDomineMore
@Silvana Pirazzi (p.c. @Simona Barsacchi @Giorgio Tonini @Roberta Paola Federica Trovatelli @Oscar Magnani @Caterina Greco @Angelo Sorlini @Marziale @Teofilatto Dei Leonzi @Diodoro @Maurizio Muscas @Testimone82 @lamprotes @Giosuè @Fernanda Dellucci @N.S.dellaGuardia @martina18 @Oscar Magnani @Olivetanus @Veritasanteomnia @Tina pes @Nicola D.B. @Gli Eletti del Signore @Dio è tutto @LiberaNosDomine @Mons Lelio Baresi @Padre Benedetto Pagnotto @Davide Romano @Aquila @Massimo M.I. @Aquila @Francesco I @Francesco Federico @solosole @Giangian @Raffaele Vargetto @Celsi Giorgio )

Egregia sig.ra Pirazzi,
l'errore di San Tommaso a cui Lei fa riferimento è, appunto, dell'Aquinate (che errò anche sull'Immacolatezza di Maria Santissima) e NON della Chiesa: la Quale, come Lei ben sa, è INERRANTE.
Ché se fosse errante allora decadrebbe il NON PRAEVALEBUNT di Gesù che E' Dio: il che, appunto, è impossibile.

RicordatoLe quanto sopra, sono altresì a farLe presente il vulnus fondamentale di quanto da Lei affermato: ossia il presupposto che BERGOGLIO sia il 266esimo Papa.
Quindi è l'occasione per farLe presente che l'attuale Papa è ancora il 265esimo: quindi Benedetto XVI, ancora vivo sulla Terra e che ha liberamente effettuato la Sua escatologica Rinuncia l'11 febbraio 2013 così adempiendo alla Richiesta di Gesù che E' Dio.

Riguardo, infine, quel Suo "su cui si esprime bene anche "Dio è tutto": La rinvio a quanto già indirizzato sotto al summenzionato "Dio è tutto".

Un distinto saluto,

Fabio Massimo Patricelli
Nicola D.B.
🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 IL RIDICOLO PREDOMINA E VINCE...Per ora....... Un buon Papa dovrebbe ESSERE PAPA... STOP.
Dio è tutto
L’ho già scritto e lo ripeto per l’ultima volta. Bergoglio parla della questione alla Bergoglio e quindi molto male (mezza verità per demolire), ma dal punto di vista filosofico la questione è aperta e non è possibile pronunciarsi in maniera netta come molti qui pontificano. Giovanni Paolo II, infatti, non l’ha fatto. Si chiama onestà intellettuale. Almeno leggete prima di commentare. Questo …More
L’ho già scritto e lo ripeto per l’ultima volta. Bergoglio parla della questione alla Bergoglio e quindi molto male (mezza verità per demolire), ma dal punto di vista filosofico la questione è aperta e non è possibile pronunciarsi in maniera netta come molti qui pontificano. Giovanni Paolo II, infatti, non l’ha fatto. Si chiama onestà intellettuale. Almeno leggete prima di commentare. Questo (ovviamente?) non significa che un cattolico possa anche solo pensare che ci sia un tempo in cui l’aborto si potrebbe fare. Si tratta “semplicemente” di piani diversi che vanno distinti.
Giorgio Tonini
@Dio è tutto Ciò che può diventare umano è già umano. È una verità talmente elementare, comprensibile senza essere ne’ teologi ne’ filosofi. I piani distinti non esistono. Spiace che mi abbia costretto a ritornare in argomento.
N.S.dellaGuardia
Caro @Dio è tutto mi può spiegare quale sia l'importanza del "punto di vista filosofico" su questioni riguardanti etica e morale cattolica? Capirei se si disquisisse di universali, immanenza o critica della ragion pura.
Ma sull'aborto e gli attacchi satanici alla vita dal suo concepimento, mi può dire la filosofia in cosa potrebbe contribuire, a parte aprire breccie e insinuare dubbi grazie ai …More
Caro @Dio è tutto mi può spiegare quale sia l'importanza del "punto di vista filosofico" su questioni riguardanti etica e morale cattolica? Capirei se si disquisisse di universali, immanenza o critica della ragion pura.
Ma sull'aborto e gli attacchi satanici alla vita dal suo concepimento, mi può dire la filosofia in cosa potrebbe contribuire, a parte aprire breccie e insinuare dubbi grazie ai quali il mondo ha potuto, per il momento, vincere la battaglia?
Il problema di fondo è proprio quello: scendere a dialogo col mondo su questioni sulle quali noi non abbiamo assolutamente nulla da aggiungere rispetto a quanto da Dio stabilito.
Dio è tutto
Cara @N.S.dellaGuardia, non distinguere significa confondere e lei sa bene chi ama la confusione. Se poi ci riflette un po’, si accorgerà che a “scendere a dialogo col mondo” in modo negativo è proprio chi vorrebbe trasferire sic et simpliciter le certezze che ha per fede sul piano filosofico. Una tale insistenza, oltre ad essere segnale di fede non saldissima, presta il fianco a critiche …More
Cara @N.S.dellaGuardia, non distinguere significa confondere e lei sa bene chi ama la confusione. Se poi ci riflette un po’, si accorgerà che a “scendere a dialogo col mondo” in modo negativo è proprio chi vorrebbe trasferire sic et simpliciter le certezze che ha per fede sul piano filosofico. Una tale insistenza, oltre ad essere segnale di fede non saldissima, presta il fianco a critiche motivate. San Tommaso probabilmente direbbe (è un’analogia) che la debolezza stessa degli argomenti potrebbe confermarli maggiormente nei loro errori, pensando essi che noi accettiamo tali verità per degli argomenti così fragili. Meglio invece ribadire il principio e difenderlo nella misura del possibile anche con argomenti razionali. Argomenti che oggi sono molti e che riducono a poco il tempo delle filosofiche incertezze.
Dio è tutto
Aggiungo che nell’incertezza si nasconda un cervo o un bambino nel cespuglio, moralmente non c’è incertezza sul cosa debba fare o non fare il cacciatore.
duxcunctator
@Dio è tutto
Lei dice "(...) ma dal punto di vista filosofico la questione è aperta e non è possibile pronunciarsi in maniera netta come molti qui pontificano. Giovanni Paolo II, infatti, non l’ha fatto. Si chiama onestà intellettuale. Almeno leggete prima di commentare."
Egregio/a "Dio è tutto", prima di commentare ho letto.
In particolare, ho letto il punto 60 dell'Evangelium Vitae, l'Enciclica …More
@Dio è tutto

Lei dice "(...) ma dal punto di vista filosofico la questione è aperta e non è possibile pronunciarsi in maniera netta come molti qui pontificano. Giovanni Paolo II, infatti, non l’ha fatto. Si chiama onestà intellettuale. Almeno leggete prima di commentare."

Egregio/a "Dio è tutto", prima di commentare ho letto.
In particolare, ho letto il punto 60 dell'Evangelium Vitae, l'Enciclica data il 25 marzo 1995 dal 264esimo Papa, precedessore dell'attuale che è divenuto Papa emerito dalle ore 20 del 28 febbraio 2013, allorché ha avuto decorrenza la Sua escatologica Rinuncia dell'11 febbraio 2013: da Lui liberamente data in adempimento alla Richiesta fattaGli da Gesù che E' Dio.

Ed eccolo, il testo del punto 60 dell'EV, comprensivo delle note:

60. Alcuni tentano di giustificare l'aborto sostenendo che il frutto del concepimento, almeno fin a un certo numero di giorni, non può essere ancora considerato una vita umana personale. In realtà, «dal momento in cui l'ovulo è fecondato, si inaugura una vita che non è quella del padre o della madre, ma di un nuovo essere umano che si sviluppa per proprio conto. Non sarà mai reso umano se non lo è stato fin da allora. A questa evidenza di sempre... la scienza genetica moderna fornisce preziose conferme. Essa ha mostrato come dal primo istante si trovi fissato il programma di ciò che sarà questo vivente: una persona, questa persona individua con le sue note caratteristiche già ben determinate. Fin dalla fecondazione è iniziata l'avventura di una vita umana, di cui ciascuna delle grandi capacità richiede tempo, per impostarsi e per trovarsi pronta ad agire».57 Anche se la presenza di un'anima spirituale non può essere rilevata dall'osservazione di nessun dato sperimentale, sono le stesse conclusioni della scienza sull'embrione umano a fornire «un'indicazione preziosa per discernere razionalmente una presenza personale fin da questo primo comparire di una vita umana: come un individuo umano non sarebbe una persona umana?».58

Del resto, tale è la posta in gioco che, sotto il profilo dell'obbligo morale, basterebbe la sola probabilità di trovarsi di fronte a una persona per giustificare la più netta proibizione di ogni intervento volto a sopprimere l'embrione umano. Proprio per questo, al di là dei dibattiti scientifici e delle stesse affermazioni filosofiche nelle quali il Magistero non si è espressamente impegnato, la Chiesa ha sempre insegnato, e tuttora insegna, che al frutto della generazione umana, dal primo momento della sua esistenza, va garantito il rispetto incondizionato che è moralmente dovuto all'essere umano nella sua totalità e unità corporale e spirituale: «L'essere umano va rispettato e trattato come una persona fin dal suo concepimento e, pertanto, da quello stesso momento gli si devono riconoscere i diritti della persona, tra i quali anzitutto il diritto inviolabile di ogni essere umano innocente alla vita».59


57 Congregazione per la Dottrina della Fede, Dichiarazione sull'aborto procurato (18 novembre 1974), 12-13: AAS 66 (1974), 738.

58 Congregazione per la Dottrina della Fede, Istr. circa il rispetto della vita umana nascente e la dignità della procreazione Donum vitae (22 febbraio 1987), I, 1: AAS 80 (1988), 78-79.

59 Ibid., l. c., 79.


Quindi, la domanda che Le pongo, egregio/a "Dio è tutto", è:
perché Le risulta che Giovanni Paolo II NON si sia pronunciato in maniera netta sulla questione se l'essere umano non ancora partorito è persona umana oppure no?
Da dove la trae, Lei, tale convinzione: rispetto al testo succitato di Evangelium Vitae?

Grazie in anticipo per la Sua risposta,

Maranathà
Dio è tutto
Caro @duxcunctator, la trovo anche nel testo da lei citato e le offro un’indicazione. Giovanni Paolo II su questa questione, come pure su quella della legittimità della pena di morte, mantiene i “principi” (in fondo è il Papa) ma non sempre argomenta in maniera rigorosa venendo così talvolta a confondere i piani e questo può creare confusione. Diciamo che è un limite molto diffuso nel post-…More
Caro @duxcunctator, la trovo anche nel testo da lei citato e le offro un’indicazione. Giovanni Paolo II su questa questione, come pure su quella della legittimità della pena di morte, mantiene i “principi” (in fondo è il Papa) ma non sempre argomenta in maniera rigorosa venendo così talvolta a confondere i piani e questo può creare confusione. Diciamo che è un limite molto diffuso nel post-concilio e del quale un po’ tutti, credo, portiamo qualche traccia. Anche la pena di morte non può dirsi intrinsecamente immorale, ma nello stesso tempo impedirebbe di redimersi (n. 27) e poi ancora veda finale n. 40 e poi n. 56. Sì, ma, una nuova sensibilità... e arriviamo ad oggi dove a saltare sono invece i principi sia di fede sia di ragione (ma Bergoglio è il Papa?) e rimangono le moderne evolute considerazioni umane.
Dio è tutto
Caro @duxcunctator, le faccio presente che io LE HO RISPOSTO, ovviamente alla domanda corretta e non alla sua che nulla c’entra con la questione e alla quale nulla c’è perciò da rispondere, per cui se vuole capire la risposta alla questione in oggetto non ha che da rileggerla, meditarla e fare lo stesso con quel n. 60. Sono sicuro, considerato che la “logica” non le manca, che non le sarà poi …More
Caro @duxcunctator, le faccio presente che io LE HO RISPOSTO, ovviamente alla domanda corretta e non alla sua che nulla c’entra con la questione e alla quale nulla c’è perciò da rispondere, per cui se vuole capire la risposta alla questione in oggetto non ha che da rileggerla, meditarla e fare lo stesso con quel n. 60. Sono sicuro, considerato che la “logica” non le manca, che non le sarà poi tanto difficile.
N.S.dellaGuardia
Non è la prima volta e non sarà nemmeno l'ultima...